Sei piccoli preludi per clavicembalo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Johann Sebastian Bach.
Il preludio in do maggiore BWV 933.

Con l'espressione sei piccoli preludi per clavicembalo BWV 933-938 ci si riferisce a una raccolta di pezzi per clavicembalo di Johann Sebastian Bach. La raccolta è composta da sei preludi, tutti brevissimi e scritti sicuramente a scopo didattico, composti probabilmente negli anni 1717-1720 mentre Bach si trovava a Köthen.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Preludio in do maggiore BWV 933[modifica | modifica wikitesto]

Questa miniatura è la prima della serie. Bach la compose per fare in modo che i suoi studenti prendessero familiarità con la tastiera e non era destinata a esecuzioni pubbliche, tanto che venne pubblicata solo nel 1802. Questo preludio è diviso in due brevi sezioni ripetute, seguite da una variante di ciascuna sezione, anch'essa ripetuta, e mira a far acquisire una completa indipendenza delle mani, con la destra che esegue la melodia e la sinistra che accompagna.[1]

Preludio in do minore BWV 934[modifica | modifica wikitesto]

Il secondo preludio è un affascinante minuetto leggermente complesso consistente in un tema vivacemente accompagnato. Il tema e il secondo soggetto sono suonati due volte, mentre alla terza apparizione la musica assume un carattere più serioso.[2]

Preludio in re minore BWV 935[modifica | modifica wikitesto]

Questo preludio è strutturato come un'invenzione a due voci. La composizione si apre con l'esposizione del tema e un contrappunto semplice. In seguito, il tema e il relativo materiale espositivo vengono presentati due volte, con una terza apparizione leggermente diversa, come nel preludio precedente.[3]

Preludio in re maggiore BWV 936[modifica | modifica wikitesto]

Il quarto preludio è molto simile a una triosonata: contiene infatti due linee superiori e un basso. Similmente ai due preludi precedenti, anche questo si apre con un tema presentato due volte, con una terza esecuzione leggermente variata. Destinato a studenti di livello intermedio, questo pezzo presenta interessanti difficoltà tecniche e interpretative.[4]

Preludio in mi maggiore BWV 937[modifica | modifica wikitesto]

Questo preludio è moderatamente impegnativo e presenta alcuni aspetti connessi alle invenzioni a due voci. La composizione si apre con l'esposizione del tema, seguito da abbondante materiale tematico secondario. Il tema riemerge diverse volte, sempre variato.[5]

Preludio in mi minore BWV 938[modifica | modifica wikitesto]

Come il terzo e il quinto, anche questo preludio è un'invenzione a due voci. Il pezzo si apre con l'esposizione del tema, accompagnato da un'elaborata scrittura contrappuntistica. Anche qui Bach presenta il tema due volte, per poi variarlo alla terza esposizione.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Prelude for keyboard in C major (Six Little Preludes No. 1), BWV 933, su allmusic.com. URL consultato il 18 settembre 2013.
  2. ^ Prelude for keyboard in C minor (Six Little Preludes No. 2), BWV 934, su allmusic.com. URL consultato il 18 settembre 2013.
  3. ^ Prelude for keyboard in D minor (Six Little Preludes No. 3), BWV 935, su allmusic.com. URL consultato il 18 settembre 2013.
  4. ^ Prelude for keyboard in D major (Six Little Preludes No. 4), BWV 936, su allmusic.com. URL consultato il 18 settembre 2013.
  5. ^ Prelude for keyboard in E major (Six Little Preludes No. 5), BWV 937, su allmusic.com. URL consultato il 18 settembre 2013.
  6. ^ Prelude for keyboard in E minor (Six Little Preludes No. 6), BWV 938, su allmusic.com. URL consultato il 18 settembre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN176625576 · LCCN (ENnr94023646 · GND (DE300010443 · BNF (FRcb140085648 (data) · NLA (EN35899781
Musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica