Sea Diamond

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sea Diamond
Sea Diamond and Sky Wonder.jpg
La Sea Diamond a Rodi.
Descrizione generale
Flag of Finland.svg
Flag of Greece.svg
ProprietàBirka Line (1986-2006)
Louis Public Co. (2006-2007)
IdentificazioneIMO 8406731
Ordine1984
CostruttoriValmet, Vuosaari shipyard, Helsinki
CantiereValmet, Vuosaari shipyard, Helsinki
Impostazione29 ottobre 1985
Varoaprile 1986
Entrata in servizioaprile 1986
Destino finaleAffondata il 6 aprile 2007 presso Santorini (Grecia)
Caratteristiche generali
Stazza lorda22.412 tsl
Portata lorda21.484 tpl
Lunghezza142,9 m
Larghezza24,7 m
Pescaggio5,75 m
Propulsione4 motori Wärtsilä-Vasa 12V32 diesel combinati
Velocità20 nodi (37 km/h)
AutonomiaNumeroMiglia mn a nodi NumeroNodi(Numerokm km a Velocità km/h)
Passeggeri1.537

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

La Sea Diamond è stata una nave da crociera gestita dalla Louis Hellenic Cruise Lines.

Costruita nel 1984 da Valmet, in Finlandia per la compagnia Birka Line come M/N Birka Princess. Nel 2006 è ristrutturata, adeguandola a nave da crociera, registrata al Pireo, ma con base a Malta. Di 22 000 tonnellate di stazza, poteva trasportare oltre 1.530 passeggeri.

La nave affondò il 5 aprile 2007, dopo essersi arenata il giorno precedente nei pressi dell'isola greca di Santorini, lasciando due persone disperse e presumibilmente morte nel naufragio.

Naufragio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Naufragio della Sea Diamond.

Il 5 aprile 2007, la nave si incagliò in una ben marcata scogliera vulcanica a est di Nea Kameni, all'interno della caldera dell'isola greca di Santorini, cominciando ad imbarcare acqua, e di cui fino a 12 gradi a dritta di fronte le sue porte stagne, è stato comunicato, sono state chiuse (una relazione che è stata successivamente smentita quando il relitto è stato esaminato). I 1.195 passeggeri inizialmente sono stati tutti evacuati in modo sicuro in tre ore e mezzo, con qualche ferita. La nave è stata rimorchiata al largo degli scogli. Successivamente, sono stati segnalati due dispersi, mai più ritrovati

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]