Scribus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Scribus
Logo
Scribus 1.3
Scribus 1.3
SviluppatoreTeam di Scribus
Ultima versione1.4.6 (11 gennaio 2016)
Ultima beta1.5.3 (22 maggio 2017)
Sistema operativoMultipiattaforma
LinguaggioC++
ToolkitQt
GenereDesktop publishing
LicenzaGPL
(licenza libera)
Sito web

Scribus è un software libero di desktop publishing (DTP) multipiattaforma.[1]

Esempi d'utilizzo includono produzione di newsletter, piccoli quotidiani e presentazioni in PDF interattive e animate. Altri utilizzi includono la realizzazione di materiali aziendali, volantini, piccoli poster, e altri documenti che richiedono un layout flessibile. Scribus è stato utilizzato anche per produrre interi libri.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Scribus supporta molti dei formati grafici più diffusi, oltre al formato SVG. Altre caratteristiche includono il supporto dei colori CMYK, la gestione dei colori ICC e script (programmabilità tramite macro) in linguaggio Python. Scribus è disponibile in più di 24 lingue.

La stampa è effettuata tramite un driver interno Postscript di livello 3, che supporta il font embedding (inclusione dei caratteri nel documento) per font TrueType, Type 1 e OpenType. Il driver interno supporta pienamente la sintassi del Postscript livello 2 e la maggior parte dei comandi del livello 3.

Il supporto al PDF include la trasparenza, il supporto alla crittografia e buona parte delle specifiche del formato PDF 1.4, inclusi i form interattivi, le annotazioni e i segnalibri.

Il formato nativo di Scribus è SLA, basato su XML. Il testo può essere importato da documenti di OpenDocument (ODT), Microsoft Word, PDB e HTML (con alcune limitazioni). I file ODT possono essere importati con gli stili, che vengono poi creati e mantenuti in Scribus. Gli elementi HTML che modificano il testo, come grassetto e corsivo, sono supportati. I documenti Word e PDB invece vengono importati come testo semplice.

La versione 1.6.0, come prima versione stabile della serie 1.5.x, porta con sé nuove caratteristiche: una migliore implementazione delle tabelle, supporto per PDF/X-1a, PDF/X-4, e PDF/E, note a piè di pagina e a margine. Mentre l'esportazione in ePub è sotto sviluppo.[2][3]

Supporto per altri programmi e formati[modifica | modifica wikitesto]

Con Scribus non è possibile leggere o scrivere i formati nativi di programmi come QuarkXPress e InDesign; gli sviluppatori ritengono che fare ingegneria inversa su questi formati sarebbe estremamente complicato e potrebbe portare a cause legali da parte dei creatori dei software proprietari.[4] L'importazione dei file di Microsoft Publisher è invece supportata dalla versione 1.5,[5] così come le tag XPress di QuarkXPress, gli IDML di InDesign. Il supporto ai file ICML di InCopy sono attualmente in sviluppo.[6]

A causa di problemi di licenze il software non include il supporto per lo spazio di colore Pantone, che è incluso in alcune applicazioni simili. I profili di colore che emulano lo spazio Pantone possono tuttavia essere ottenuti e incorporati in Scribus senza incorrere in problemi di licenza.[7] Scribus si presenta con oltre 100 palette di colori, molte delle quali donate da aziende, e include anche palette standard scientifiche, nazionali e di governi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Open Source Desktop Publishing, su scribus.net. URL consultato il 13 marzo 2016.
    «a page layout program for Linux, FreeBSD, PC-BSD, NetBSD, OpenBSD, Solaris, OpenIndiana, Debian GNU/Hurd, Mac OS X, OS/2 Warp 4, eComStation, Haiku and Windows.».
  2. ^ https://wiki.scribus.net/canvas/1.5.x_Roadmap
  3. ^ https://wiki.scribus.net/canvas/1.6-new-features-and-fixes
  4. ^ Perché Scribus non supporta QuarkXPress e altro importanti applicazioni di pubblicazione (inglese), scribus.net
  5. ^ note di rilascio Scribus 1.5.0, scribus.net
  6. ^ Elenco sul wiki dei formati supportati, su wiki.scribus.net.
  7. ^ "Come ottenere legalmente palette in Scribus 1.3.3.x e oltre (inglese)"

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE7860905-7
Software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Software libero