Saverio Latteri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Saverio Latteri (Palermo, 22 marzo 1895Catania, 6 aprile 1963) è stato un medico e docente italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Ferdinando, ispettore medico, e di Rosina Cuccio, la famiglia aveva origini sanfratellane, borgo al quale rimase sempre molto legato [1].

Laureatosi a Palermo nel 1920[1], insegnò "patologia chirurgica" nelle università di Cagliari, Modena e Messina. Negli anni '40 tornò come docente all'Università di Palermo per insegnare la stessa materia, e, dal 1948, "clinica chirurgica".

Direttore dell'Istituto di chirurgia generale dal 1943 al 1949, fondò la scuola di anestesiologia. Nel 1928 eseguì per la prima volta in Sicilia, la "resezione gastro-duodenale per ulcera peptica"[1]. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche, nel 1943 sposò Concetta Lo Cicero, originaria anche lei di San Fratello[1]. Dal matrimonio nacquero cinque figli: Ferdinando, Rosanna, Marisa, Silvana e Mario Adelfio. I figli maschi, Mario Adelfio e Ferdinando, hanno proseguito con successo le orme paterne, diventando chirurghi e docenti universitari di fama.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Adelfio Elio Cardinale, L'arte di Saverio Latteri, padre della scuola chirurgica in Il Giornale di Sicilia, 5 luglio 2002

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie