Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Sanma Akashiya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Sanma Akashiya (明石家 さんま Akashiya Sanma?), pseudonimo di Takafumi Sugimoto (杉本 高文 Sugimoto Takafumi?; Koza, 1º luglio 1955), è un comico, conduttore televisivo e attore giapponese. Insieme a Takeshi Kitano e Tamori è considerato uno dei tre maggiori esponenti (ビッグ3 biggu 3?) della comicità giapponese[1][2][3].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato Takafumi Sugimoto nella prefettura di Wakayama nel 1955, Sanma Akashiya ha iniziato la carriera nel mondo dello spettacolo sotto l'egida del rakugo-ka Matsunosuke Shofukutei, prima di intraprendere la carriera solista come comico con lo pseudonimo di Sanma Shofukutei[4]. Nel 1981 ha condotto assieme a Takeshi Kitano il varietà televisivo Oretachi hyōkin zoku, il quale è andato in onda fino al 1989 sulla Fuji TV[5][6]. Sanma Akashiya ha poi presentato negli anni successivi numerosi show televisivi tra i quali il talk show Sanma no nanma (in onda dal 1985 sulla Kansai TV), Koi no kara sawagi (andato in onda dal 1994 al 2011 sulla Nippon TV) e Sanma no super karakuri TV (andato in onda sulla TBS dal 1992 al 2014)[4].

Noto per la sua caratteristica risata e la sua voce roca, è uno dei personaggi televisivi più popolari in Giappone, e viene riconosciuto come il comico che più di chiunque altro ha portato ad accostare il dialetto Kansai alla comicità giapponese[4]. Nel 1988 ha sposato l'attrice Shinobu Ōtake[7], da cui ha avuto una figlia, la cantante e attrice Imalu, nata nel 1989[4]. Nel 1993 la coppia ha divorziato[8].

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Serie televisive[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Sanma, Tamori, Takeshi to co-host NTV comedy specials, in Japan Today, 4 novembre 2008. URL consultato il 16 dicembre 2014.
  2. ^ (EN) Tamori announces end of 'Waratte Iitomo' after 32 years, in Japan Today, 22 ottobre 2013. URL consultato il 15 dicembre 2014.
  3. ^ (JA) 笑わせてナンボ お笑いビッグ3の特徴とは?, in Asahi Shimbun, 1º gennaio 2013. URL consultato il 15 dicembre 2014 (archiviato dall'url originale il 2 january 2013).
  4. ^ a b c d (EN) Tv Stars - Akashiya Sanma, su Japan-zone.com. URL consultato il 1º febbraio 2015.
  5. ^ (EN) Philip Brasor, When Sanma goes, so may the laughs, in The Japan Times, 17 luglio 2011. URL consultato il 1º febbraio 2015.
  6. ^ Garcia, 2013, p. 121.
  7. ^ (EN) Nobuko Tanaka, Romance at the edge of reason, in The Japan Times, 13 febbraio 2002. URL consultato il 1º febbraio 2015.
  8. ^ West, 2008, p. 259.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Hector Garcia, The First Television Phenomena, in A Geek in Japan: Discovering the Land of Manga, Anime, Zen, and the Tea Ceremony, Tuttle Publishing, 2013, ISBN 146290629X.
  • (EN) Mark D. West, Secrets, Sex, and Spectacle: The Rules of Scandal in Japan and the United States, University of Chicago Press, 2008, ISBN 9780226894119.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN257768843