Rudolf Abel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francobollo dell'Unione Sovietica del 1990 dedicato ad Abel.

Rudoľf Ivanovič Abeľ (in cirillico: Рудольф Иванович Абель), altro nome di William Genrikowitsch Fischer, (Benwell, 11 luglio 1903Mosca, 15 novembre 1971) è stato un agente segreto sovietico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il ponte di Glienicke.

Nato nel 1903 a Benwell, nei pressi di Newcastle upon Tyne, nel Regno Unito da madre russa e da padre tedesco di Russia, Abel in gioventù si era impratichito nelle lingue straniere e, rientrato in Unione Sovietica, nel 1927 era entrato nella Ghepeu. Durante la seconda guerra mondiale era stato in Germania ed aveva fatto parte dell'Orchestra Rossa.

Nel 1957 venne arrestato dopo le indagini condotte sul caso del nichelino cavo e condannato a 30 anni di carcere, di cui ne scontò però solamente quattro; infatti Abel rimaneva importante per la rete spionistica sovietica e, inoltre, era riuscito a ridurre al minimo i danni derivanti dalla sua scoperta e cattura, tanto che il governo sovietico per il 10 febbraio 1962 propose il suo scambio con Francis Gary Powers, il pilota del Lockheed U-2 abbattuto nel 1960.

Lo scambio avvenne all'alba, a breve distanza da Berlino, sul ponte di Glienicke. Rientrato in Unione Sovietica, Abel ricevette l'Ordine di Lenin e divenne insegnante alla scuola ufficiali del KGB.

Nei media[modifica | modifica wikitesto]

Abel è stato interpretato da Mark Rylance nel film Il ponte delle spie. L'interpretazione di Abel ha fruttato all'attore la vittoria del Premio Oscar come migliore attore non protagonista nel 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Andrew, Christopher. (1999). The Sword and the Shield: The Mitrokhin Archive and the Secret History of the KGB. Basic Books. New York. ISBN 0-465-00310-9.
  • Arthey, Vin. (2004). Like Father Like Son: A Dynasty of Spies. St. Ermin's Press in association with Little Brown. London. ISBN 1-903608-07-4.
  • Bernikow, Louise. (1970). Abel. Introduction by Burt Silverman. Hodder and Stoughton. London, Sydney, Auckland, Toronto. ISBN 0-340-12593-4.
  • Bigger, Philip J. (2006). NEGOTIATOR: The Life And Career of James B. Donovan. Bethlehem: Lehigh University Press. United States. ISBN 978-0-934-22385-0.
  • Damaskin, Igor with Elliott, Geoffrey. (2001). Kitty Harris: The Spy With Seventeen Names. St. Ermin's Press. London. ISBN 1-903608-06-6.
  • Donovan, James B. (1964). Strangers On A Bridge: The Case of Colonel Abel. Atheneum House, Inc. New York. Template:LCCN/prepare
  • Hearn, Chester G. (2006). Spies & Espionage: A Directory. Thunder Bay Press. San Diego, California. ISBN 978-1-59223-508-7.
  • Romerstein, Herbert. (2001). The Venona Secrets: Exposing Soviet Espionage and America's Traitors. Regnery Publishing Ltd. Washington, D.C. ISBN 978-0-89526-225-7.
  • Sudoplatov, Pavel; Sudoplatov, Anatoli; Schecter, Jerrold L. and Schecter, Leona. (1994). Special Tasks: The Memoirs of an Unwanted Witness, a Soviet Spymaster. Little Brown. Toronto, Canada. ISBN 0-316-77352-2.
  • Whittell, Giles. (2010). A True Story of the Cold War: Bridge of Spies. Broadway Books. New York. ISBN 978-0-7679-3107-6.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN15560251 · LCCN: (ENn80148995 · ISNI: (EN0000 0001 1932 5559 · GND: (DE118500120