Royal Society for the Protection of Birds

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Reale società per la protezione degli uccelli
(EN) Royal Society for the Protection of Birds
AbbreviazioneRSPB
Affiliazione internazionaleBirdLife International
Fondazione1889
FondatoreEmily Williamson
Eliza Phillips
ScopoProtezione degli uccelli e conservazione della natura
Sede centraleRegno Unito Sandy
Area di azioneRegno Unito
PresidenteRegno Unito Miranda Krestovnikoff
DirettoreKevin Cox
Bilancio88,28 milioni di £ (2006)
Impiegati1 545 (2007)
Volontari18 750 (2007)
MottoGiving nature a home
Sito web

La Royal Society for the Protection of Birds (Reale società per la protezione degli uccelli; RSPB) è la più grande organizzazione per la protezione degli animali in Europa[1]: conta più di un milione di membri, più dei tre principali partiti politici della Gran Bretagna riuniti assieme.

Questa organizzazione venne fondata a Didsbury, nei pressi di Manchester, in Inghilterra, nel 1889 con lo scopo di promuovere una campagna contro il barbaro commercio di piume per i cappelli delle signore[2], vale a dire l'utilizzo delle piume degli svassi, specialmente di svasso maggiore, nell'abbigliamento femminile come facsimile della pelliccia. All'epoca, a causa di questa pratica, la popolazione degli svassi maggiori si trovava sulle soglie dell'estinzione.

La sede è presso la riserva The Lodge di Sandy nel Bedfordshire.

Interno del negozio dei souvenir della Riserva naturale di Titchwell Marsh

Nel 2001, la RSPB contava 168 riserve naturali per gli uccelli in Gran Bretagna, per un totale di 1150 km².

Lo stemma della RSPB è un'avocetta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ «The Royal Society for the Protection of Birds, with more than a million members, is the largest advocacy group in Europe». (EN) Thomas M. Magstadt, Understanding Politics: Ideas, Institutions, and Issues, Cengage Learning, 2008, p. 380, ISBN 0495503304.
  2. ^ (EN) History of the RSPB, su ww2.rspb.org.uk.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0001 2110 3189 · LCCN (ENn80132329 · WorldCat Identities (ENn80-132329