Rosso Mille Miglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rosso Mille Miglia
Rosso Mille Miglia - Troiano Stella.png
Fabio Troiano e Martina Stella in una scena del film
Paese di produzioneItalia
Anno2015
Durata94 min
Generecommedia
RegiaClaudio Uberti
SoggettoClaudio Uberti
SceneggiaturaClaudio Uberti
ProduttoreLucere Film (in collaborazione con Zori Film)
Distribuzione in italianoSocialmovie
FotografiaLeone Orfeo
MontaggioMaria Iovine
MusicheRiccardo Rossini
ScenografiaElena Gangemi
CostumiMagda Accolti Gil
Interpreti e personaggi

Rosso Mille Miglia è un film del 2014 diretto da Claudio Uberti[1] e uscito in Italia il 15 ottobre 2015.[2][3][4]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Maria Esse è una giornalista dalla spiccata curiosità e ambizione che vive da tempo a Berlino. Dopo ben 15 anni d'assenza dalla sua terra natale, l'Italia, il destino le offrirà un'occasione: le viene commissionato un articolo per conto di un giornale tedesco sulla prossima edizione della storica corsa Mille Miglia. Il ritorno di Maria in Italia è velato da un senso di smarrimento, di estraniazione, al punto da trovarsi costretta a ricorrere all'utilizzo del navigatore per trovare la sua vecchia casa. In seguito ad un incidente alquanto banale, Maria conosce Marco ovvero il meccanico del paese; sarà l'occasione per i due protagonisti di rispolverare vecchi ricordi. Nella cantina di casa rinvengono parti di una OM 665 "Superba", in effetti, il nonno di Maria, Aurelio Moraschi, era appassionato d'auto e un assiduo estimatore della Mille Miglia, alla quale partecipò per diverse edizioni. I due giovani, entusiasti per la scoperta, decidono di rimettere assieme i pezzi e far tornare in strada la vecchia auto. In tal modo Marco ha occasione di dar sfogo alla propria passione automobilistica e Maria di poter redigere il suo articolo vivendo l'esperienza in prima persona. La sola ad aver delle remore in proposito è Adelaide, la madre di Maria, alla quale la storica corsa rievoca — e si scoprirà, non a torto — tristi e penosi ricordi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ curriculum vitae (PDF), su lucerefilm.com. URL consultato l'11 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 17 agosto 2016).
  2. ^ Rosso Mille Miglia, su 1000miglia.it. URL consultato il 10 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 29 maggio 2016).
  3. ^ Rosso Mille Miglia - Scheda Film, su trovacinema.repubblica.it. URL consultato il 10 luglio 2016.
  4. ^ Rosso Mille Miglia (opera prima), su filmitalia.org. URL consultato il 10 luglio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema