Romolo Forlai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Romolo Forlai (Roma, 27 gennaio 1938) è un musicista e fotografo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il diploma di Liceo Artistico, frequenta l'università di Architettura, lasciandola ben presto per iniziare a suonare come vibrafonista con il gruppo musicale The Flippers, che ebbe molto successo negli anni '60.

In seguito, dopo lo scioglimento del gruppo nel 1969, apre con Fabrizio Zampa e Giampiero Vesuvio lo studio fotografico "Studio In", che si occupa di servizi fotografici, di gruppi musicali e di cantanti; appare, tra l'altro, quale fotografo del secondo album di Claudio Baglioni, Un cantastorie dei giorni nostri.

Successivamente continua in proprio l'attività come musicista, paroliere e compositore di musica da sonorizzazione e di commento per vari sceneggiati televisivi.

Tra i testi scritti per diversi cantanti e gruppi musicali: Le mani sui fianchi per Mina, Il sole muore per Dalida, Musica, musica per i Ricchi e Poveri, Anche se fosse per Nada, Qualche cosa di più e vari testi per Nicola di Bari.

Negli anni 2000 torna nel ricostituito gruppo dei Flippers, eseguendo concerti in varie manifestazioni musicali.

Controllo di autoritàVIAF (EN296465788 · ISNI (EN0000 0004 0162 785X · BNF (FRcb16662310w (data) · WorldCat Identities (ENviaf-296465788