Roger Eno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roger Eno
NazionalitàInghilterra Inghilterra
GenereMusica d'ambiente
Musica sperimentale
Periodo di attività musicale1983 – in attività
Sito ufficiale

Roger Eno (Woodbridge, 1960) è un compositore inglese e fratello minore del più noto Brian.

Il suo stile, spesso paragonato all'impressionismo musicale di Debussy e Satie,[1] presenta sonorità "pastorali" e l'influenza del minimalismo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi laureato al Colchester Institute ed aver avviato numerosi lavori diversi, venne richiamato da Brian per partecipare alle sessioni del suo album Apollo, uscito nel 1983. Avviò una carriera solista con Voices (1985), un disco per solo pianoforte. I suoi lavori successivi videro la presenza di un maggior numero di strumenti. Alcune delle sue composizioni appaiono in film quali Dune, Nove settimane e mezzo, Trainspotting, Opera, e Warm Summer Rain.[2] Durante la propria carriera, Roger ha realizzato installazioni sonore[3] e collaborato con musicisti quali Daniel Lanois, Peter Hammill e i Channel Light Vessel (includenti, Bill Nelson, Kate St John, e Laraaji.[1]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Voices - (1985)
  • Between Tides - (1988)
  • Islands (con Laraaji) - (1989)
  • In a Room (con gli Harmonia Ensemble) - (1993)
  • The Familiar (con Kate St John) - (1993)
  • Harmonia meets Zappa (con gli Harmonia Ensemble) - (1994)
  • Lost In Translation - (1995)
  • The Night Garden - (1995)
  • Swimming - (1996)
  • The Music of Neglected English Composers - (1997)
  • The Flatlands - (1998)
  • Damage (con Lol Hammond) - (1999)
  • The Appointed Hour (con Peter Hammill) - (1999)
  • Classical Music for Those with No Memory (con Garosi, Puliti, Odori) - (2000)
  • The Long Walk - (2000)
  • Getting Warmer - (2002)
  • Nobody knows and why (album di Keen-O nel quale Roger ha partecipato a molte tracce) (2002)
  • Fragile - (2005)
  • At Lincoln Cathedral: Roger Eno (Live) - (2005)
  • Transparencies (con Plumbline) - (2006)
  • Anatomy - (2008)
  • Flood - (2008)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b AllMusic - Roger Eno: Biography, su allmusic.com. URL consultato il 12 novembre 2013.
  2. ^ Roger Eno - Official Website, su rogereno.com. URL consultato il 12 novembre 2013.
  3. ^ Roger Eno - Official Website - Sound Art, su rogereno.com. URL consultato il 12 novembre 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • The Ambient Century: From Mahler to Trance (Mark Pendergast, Bloomsbury Publishing, 2000, pag. 175)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN54356886 · ISNI: (EN0000 0000 7840 7426 · LCCN: (ENn92015401 · GND: (DE134631242 · BNF: (FRcb141752630 (data)