Rodolfo I di Baden

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rodolfo I di Baden

Rodolfo I di Baden in tedesco: Rudolf I von Baden (123019 novembre 1288) è stato co-margravio di Baden e della Marca di Verona dal 1243 al 1268 (con Ermanno VI di Baden, suo fratello, e Federico I di Baden, suo nipote) e unico margravio di Baden e marchese di Verona dal 1268 al 1288.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Ermanno V di Baden e Ermengarda del Reno apparteneva al primo ramo della casa di Baden discendente dal primo ramo della casa di Zähringen.

A causa della situazione finanziaria disastrosa della casa di Eberstein, il conte Ottone d'Eberstein cedette parte del castello di Alt-Eberstein a suo genero e l'altra metà gli fu venduta nel 1283, in questo modo il castello divenne una delle residenze dei margravi di Baden. Rodolfo I è considerato un fondatore di chiese e monasteri. Intorno al 1250 fece costruire Katharinenchor, i cui affreschi divennero famosi. Le sue spoglie riposano nel monastero Lichtenthal.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Rodolfo sposò, nel 1257, Cunegonda d'Eberstein (* 1230 - † 1290, figlia di Ottone d'Eberstein.

Ebbero otto figli:

  • Rodolfo II di Baden (* ? - † 1295), co-margravio di Baden dal 1288 al 1295
  • Adelaide (* ? - † 1295), divenuta badessa
  • Cunegonda (* ? - † 1315), che nel 1293 sposò Rodolfo II di Wertheim (* ? - † 1306)
  • Rodolfo III di Baden-Baden (* ? - † 1332 ), co-margravio di Baden-Baden dal 1288 al 1332
  • Cunegonda (* 1265 - † 1310), nel 1281 sposò il conte Federico VI di Zollern (* ? - † 1296, dinastia degli Hohenzollern)
  • Ermanno VII di Baden (* 1266 - † 1291), co-margravio di Baden dal 1288 al 1291
  • Esso di Baden (* 1268 - † 1297), co-margravio di Baden dal 1288 al 1297
  • Ermengarda (* 1270 - † 1320), nel 1296 sposò il conte Eberardo I di Württemberg (* ? - † 1325)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Anthony Stokvis, Manuel d'histoire, de généalogie et de chronologie de tous les États du globe,depuis les temps les plus reculés jusqu'à nos jours, préf. H. F. Wijnman, Israël, 1966, Chapitre VIII. « Généalogie de la Maison de Bade, I. » tableau généalogique n. 105.
  • Jiří Louda & Michael Maclagan, Les Dynasties d'Europe, Bordas, Paris 1981 ISBN 2040128735 « Bade Aperçu général », Tableau 106 & p. 210.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN292222955 · GND (DE135928273 · CERL cnp01147297 · WorldCat Identities (ENviaf-292222955
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie