Roderich Benedix

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Roderich Benedix

Roderich Benedix, nome completo Julius Roderich Benedix (Lipsia, 21 gennaio 1811Lipsia, 26 settembre 1873), è stato un commediografo, attore e direttore teatrale tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Targa in memoria di Roderich Benedix a Lipsia

Roderich Benedix nacque a Lipsia il 21 gennaio 1811.[1]

La sua carriera scolastica si effettuò alla Thomasschule, ma seguì la sua inclinazione al teatro e divenne un attore nel 1831.[2][1]

Nel 1835 si sposò con Maria Ludovica von Sommers, con la quale ebbe un figlio, Hugo.[1]

Successivamente lavorò nel mondo del teatro, come attore, regista e direttore teatrale a Elberfeld (oggi Wuppertal), Colonia e Francoforte sul Meno.[2][3]

Durante il suo soggiorno a Colonia, diventò celebre per le sue numerose lezioni sul Faust di Johann Wolfgang von Goethe, oltre che sui più giovani poeti e drammaturghi tedeschi.[1]

Quando venne fondata la Rheinische Musikschule a Colonia, Benedix ricevette una cattedra per insegnare teatro e letteratura tedesca.[1]

Nel 1860 convolò per la seconda volta a nozze, con Leotine Paulmann, con la quale ebbe una figlia, Ottilie.[1]

Dal 1861 visse di nuovo nella sua città natale, a Lipsia, dove svolse anche l'attività di direttore teatrale.[2]

Benedix si sposò con l'attrice Leontine Paulmann.[2][4]

Durante la sua carriera si dimostrò un prolifico autore, scrivendo ottantacinque opere teatrali raccolte in ventisette volumi, per lo più commedie.[2][5]

Ottenne il primo successo con Lo studente anziano (Das bemooste Haupt, 1841), gradevole ritratto di un "fuori corso".[4]

Tra le sue altre fortunate commedie, che andavano incontro al gusto del pubblico piccolo-borghese, grazie alla felice ambientazione e alla gradevolezza,[6] possiamo menzionare Il dottor Wespe (Doctor Wespe, 1843), La guastafeste (Der Störenfried, 1863), I parenti affettuosi (Die zärtlichen Verwandten, 1866),[7][6]che si rivelarono scritte da un teatrante accorto, sentimentale, dalla comicità lieve, dal dialogo e dalle figure vivaci.[4]

Benedix si dedicò anche alla narrativa popolare scrivendo Racconti popolari tedeschi (Deutscher Volkssagen, 1851), Immagini dalla vita degli attori (Bildern aus dem Schauspielerleben, 1851) e il romanzo I vagabondi (Die Landstreicher, 1867).[1]

Tra gli altri suoi scritti ricordiamo La natura del ritmo tedesco (Das Wesen des deutschen Rhythmus, 1862), La lettura orale (Der mündliche Vortrag, 1871), Il catechismo della poesia tedesca, (Katechismus der deutschen Verskunst, 1879), Il catechismo della retorica (Katechismus der Redekunst, 1881) e infine il libro postumo Shakespearomanie (Die Shakespearomanie, 1873), nel quale condannò un acritico entusiasmo shakespeariano.[1]

Roderich Benedix morì il 26 settembre 1873 all'età di sessantadue anni a Lipsia.[2] Fu sepolto nel cimitero Johannisfriedhof.[2]

Nel 1889, una strada di Lipsia prese il nome in memoria di Roderich Benedix (Benedixstraße).[2]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Lo studente anziano (Das bemooste Haupt, 1841);
  • Il dottor Wespe (Doctor Wespe, 1843);
  • La guastafeste (Der Störenfried, 1863);
  • I parenti affettuosi ('Die zärtlichen Verwandten, 1866).

Narrativa e saggistica[modifica | modifica wikitesto]

  • Racconti popolari tedeschi (Deutscher Volkssagen, 1851);
  • Immagini dalla vita degli attori (Bildern aus dem Schauspielerleben, 1851);
  • I vagabondi (Die Landstreicher, 1867);
  • La natura del ritmo tedesco (Das Wesen des deutschen Rhythmus, 1862);
  • La lettura orale (Der mündliche Vortrag, 1871);
  • Shakespearomanie (Die Shakespearomanie, 1873);
  • Il catechismo della poesia tedesca, (Katechismus der deutschen Verskunst, 1879);
  • Il catechismo della retorica (Katechismus der Redekunst, 1881).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h (DE) Roderich Benedix, su zeno.org. URL consultato il 2 giugno 2019.
  2. ^ a b c d e f g h (DE) Benedix, Roderich, su leipzig-lexikon.de. URL consultato il 2 giugno 2019.
  3. ^ (EN) Theodor Fontane: Literature and History in the Bismarck Reich, su books.google.it. URL consultato il 2 giugno 2019.
  4. ^ a b c Roderich Benedix, in le muse, II, Novara, De Agostini, 1964, p. 183.
  5. ^ (EN) Much Ado about Nothing, su books.google.it. URL consultato il 2 giugno 2019.
  6. ^ a b Benedix, Roderich Julius, su sapere.it. URL consultato il 2 giugno 2019.
  7. ^ Roderich Benedix, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 2 giugno 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Ludwig Fulda, William Addison Hervey e Roderich Benedix, Unter vier Augen; Lustspiel, New York, H. Holt and Co., 1902.
  • (DE) Manfred Hötzel, Kürschner, Dieter: Straßen­namen in Gohlis. Geschichte und Erläuterung, Lipsia, 2001.
  • (DE) Hans Knudsen, Roderich Julius Benedix, Lustspiel­dichter, in Neue Deutsche Biographie, II, 1955, pp. 44-45.
  • (DE) Joseph Kürschner, Dr. Roderich Julius Benedix, in Allgemeine Deutsche Biographie, II, 1875, pp. 325-327.
  • (DE) William Neumann, Roderich Benedix, Cassel, Ernst Balde, 1853.
  • (DE) Horst Riedel, Stadtlexikon Leipzig von A bis Z, I, Lipsia, 2005, p. 45.
  • (DE) Wilhelm Schenkel, Roderich Benedix als lustspieldichter ..., Francoforte sul Meno, Englert & Schlösser, 1916.
  • (DE) Valerian Tornius 27.1 (1911), Roderich Benedix. Zu seinem hundertsten Geburtstag am 21. Januar 1911, Reclams Universum. Moderne illustrierte Wochenschrift, 1911.
  • (EN) Broadway Theatre ... : Mr Forrest : the American tragedian, who will appear, for the first time, during his present brilliant engagement! : in his celebrated character of Pierre ... : on Monday evening, April 18th, 1853 : will be performed, for the first time this season, the revived tragedy, in 5 acts, by Otway, entitled Venice Preserved or, The Conspiracy ... : to conclude with, 4th time in America, a new farce, translated and adapted from the German of Roderic Benedix, entitled the Obstinate Family ..., 1853.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN46901666 · ISNI (EN0000 0000 8379 6251 · LCCN (ENn82102584 · GND (DE118658166 · BNF (FRcb131854430 (data) · BAV ADV12631228 · CERL cnp00397528