Rocco Sinisgalli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Rocco Sinisgalli (Gallicchio, 1947) è uno scrittore, storico dell'arte e teorico dell'architettura italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la maturità classica ha ottenuto la laurea in architettura nel 1973 all'Università La Sapienza di Roma. Insegna e conduce le sue ricerche presso la Facoltà di Architettura Valle Giulia, Università di Roma La Sapienza. È stato coordinatore nazionale di una ricerca fra le università di Roma, Trieste e Genova e direttore di un programma di ricerca bilaterale con la Francia (Centre National de la Recherche Scientifique, Paris - Consiglio Nazionale delle Ricerche, Roma).

Responsabile scientifico per la parte italiana, ha organizzato in Francia il Congresso internazionale “Desargues et son temps, Paris - Lyon, 25-30 novembre 1991”.

Ha scritto 23 libri ed è conosciuto a livello internazionale per opere su Tolomeo, Giordano, Commandino, Guidobaldo, Stevin, Borromini, Maurolico, Leonardo, Leon Battista Alberti, che tendono alla sistemazione storica della rappresentazione nell'arte e nell'architettura.

Nel 1986 è stato responsabile della “Sezione Spazio” alla Biennale di Venezia “Arte e Scienza”. Membro di commissione per gli esami di dottorato in Francia, ha svolto a Parigi ricerche presso il Centre A. Koyré (Conseil National de la Recherche Scientifique Française). Relatore a convegni nazionali e internazionali, in missione scientifica in numerose occasioni, ha tenuto conferenze in Italia e all'estero, ricevendo premi e sovvenzioni per le sue opere.

Presso l'Istituto Svizzero di Roma ha ideato e coordinato "I lunedì della prospettiva", conferenze ad invito, con i più illustri studiosi internazionali di storia della prospettiva. Per pubblicare i suoi lavori e per offrire ad altri la stessa possibilità, ha fondato le collane "Domus Perspectivae", "Perspicere" e "Studies in renaissance art and culture".

Rocco Sinisgalli è uno storico della Prospettiva vista come arte, come scienza e come tecnica. Nominato Accademico Raffaello Sanzio in Urbino, ha fondato nella medesima città il “Centro Internazionale di Studi: Urbino e la prospettiva”.

Fellow[modifica | modifica wikitesto]

  • 1975: Paris, Centre Alexandre Koyré;
  • 1984: Paris, Centre Alexandre Koyré;
  • 1988: Washington D.C., National Gallery of Art (CASVA);
  • 1988: Los Angeles, Getty Center (studioso in visita);
  • 1991: Los Angeles, Getty Center (studioso in visita);
  • 1992: Washington D.C., National Gallery of Art (CASVA);
  • 2006: Williamstown (Massachusetts), Clark Art Institute;
  • 2007: Brussels, Royal Flemisch Academy of Belgium for Science and the Arts (VLAC).

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2003: Accademico Raffaello Sanzio (Urbino)
  • 2005: Presidente Onorario - Centro di Studi Internazionali “Urbino e la prospettiva”
  • 2007: Presidente del Centro Internazionale di Studi “Ut Pictura Poesis” (Quinto Orazio Flacco)

Scritti principali[modifica | modifica wikitesto]

  1. (EN) A history of the perspective scene from the Renaissance to the Baroque, Firenze, 2000.
  2. (EN) A voyage into baroque spectacle. The Gallery in the Palazzo Spada, Roma, 2001.
  3. (EN) The New De Pictura of Leon Battista Alberti, Roma, 2006.
  4. (EN) The Vitruvian Man of Leonardo, Firenze, 2006.
  5. (EN) Leonardo and the Divine Proportion, Firenze, 2007.
  6. (EN) Leon Battista Alberti. On painting. A New Translation and Critical Edition, New York, Cambridge University Press, 2011.
  7. (EN) Perspective in the Visual Culture of Classical Antiquity, New York, Cambridge University Press, 2012.
Controllo di autoritàVIAF (EN56704439 · ISNI (EN0000 0000 8343 8470 · LCCN (ENn81006780 · BNF (FRcb12445936n (data) · WorldCat Identities (ENn81-006780