Riso sardonico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maschera punica rinvenuta a San Sperate (Sardegna) mostrante un "riso sardonico"

Il riso sardonico (in latino Risus sardonicus) è un caratteristico spasmo prolungato dei muscoli facciali che sembra produrre un sorriso. Durante questa condizione le sopraccigilia sono alzate e il cosiddetto "sorriso" è aperto e dall'aspetto "malevolo".

Viene tipicamente osservato nei soggetti colpiti dal tetano[1] ma può essere causato anche da avvelenamento con Stricnina[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'aggettivo greco sardánios appare per la prima volta nell'Odissea di Omero[3] dove viene utilizzato per indicare il riso amaro di Ulisse, dopo che questi aveva schivato una zampa di bue lanciatagli da Ctesippo. Più tardi viene usato da Simonide di Ceo per descrivere il riso di dolore provocato ai Sardi che tentavano di approdare sull'isola di Creta dall'abbraccio rovente di Talos, l'automa creato da Efesto[4][5]. Per Zenobio, che cita sempre Simonide di Ceo, Talos avrebbe dimorato in precedenza in Sardegna dove avrebbe ucciso molti uomini provocando loro una morte cosi dolorosa da fargli digrignare i denti per la sofferenza[4][6].

Secondo un'altra tradizione narrata da Demone e Timeo, gli antichi Sardi offrivano in sacrificio a Crono gli anziani settantenni i quali, prima di venire gettati da un dirupo, ridevano. Altre fonti suggeriscono che ai prescelti per il sacrificio veniva somministrata l'erba sardonica, una pianta neurotossica che provocava il celeberrimo sorriso. Nel 2009 gli scienziati dell'Università del Piemonte Orientale e dell'Università di Napoli Federico II hanno affermato di aver identificato il finocchio d'acqua con l'erba sardonica, la pianta storicamente responsabile del ghigno sardonico [7][8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tetanus, World Health Organization.
  2. ^ Peter D. Bryson, Comprehensive Reviews in Toxicology: For Emergency Clinicians, CRC Press, 1996, p. 791, ISBN 978-1560326120.
  3. ^ Collin's English Dictionary: sardonic.
  4. ^ a b Monica Pugliara, p.97
  5. ^ Antonio Natali, p.45-46
  6. ^ Antonio Natali, p.46
  7. ^ News Scan Briefs: Killer Smile, Scientific American, August 2009
  8. ^ G. Appendino, F. Pollastro, L. Verotta, M. Ballero, A. Romano, P. Wyrembek, K. Szczuraszek, J. W. Mozrzymas, and O. Taglialatela-Scafati, Polyacetylenes from Sardinian Oenanthe fistulosa: A Molecular Clue to risus sardonicus, in Journal of Natural Products, vol. 72, nº 5, 2009, pp. 962–965, DOI:10.1021/np8007717, PMC 2685611, PMID 19245244.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonio Natale, Il riso di Hephaistos: all'origine del comico nella poesia e nell'arte dei greci, 2008.
  • Pugliara Monica, Il mirabile e l'artificio: creature animate e semoventi nel mito e nella tecnica degli antichi, 2002.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina