Riserva naturale Macchia Foresta del Fiume Irminio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 36°46′44.04″N 14°35′42.36″E / 36.7789°N 14.5951°E36.7789; 14.5951[1]

Riserva naturale
Macchia Foresta del Fiume Irminio
Tipo di area Riserva regionale
Codice EUAP EUAP0379
Stati Italia Italia
Regioni Sicilia Sicilia
Province Ragusa Ragusa
Comuni Ragusa, Scicli
Superficie a terra 134,70 ha
Provvedimenti istitutivi DD.AA.RR. 241, 07.06.85/09.02.88/12.09.01
Gestore Provincia Regionale di Ragusa
Riserva Naturale Fiume Irminio.jpg
Mappa di localizzazione
Sito istituzionale

La riserva naturale Macchia Foresta del Fiume Irminio è una riserva naturale della Regione Siciliana situata nel territorio dei comuni di Ragusa e Scicli in provincia di Ragusa.

La riserva[modifica | modifica wikitesto]

Istituita nel 1985 dall'Asserorato Regionale Territorio e Ambiente, insiste intorno alla foce del fiume Irminio in territorio di Ragusa e Scicli.
Il territorio è costituito da una zona costiera che si affaccia sul Mar Mediterraneo con coste sabbiose ma anche con falesie strapiombanti in mare.
Le dune mobili spostate dai venti danno al territorio un aspetto variabile nel tempo.

Flora[modifica | modifica wikitesto]

La flora è costituita prevalentemente da macchia mediterranea e presenta un campionario piuttosto vasto di vegetazione nella quale si distinguono le seguenti specie: lentisco, calcatreppola, giglio di mare, salsola, ravastrello, efedra, ginepro e molte altre.
Lungo le rive del fiume, avente andamento torrentizio, si possono trovare piante di alto fusto costituenti la foresta di cui al nome della riserva. Le piante più presenti sono il pioppo ed il salice oltre che a qualche eucaliptus. Le piccole falesie digradanti verso il mare sono popolate da agave, palma nana e timo.

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Nutrie

La fauna è costituita, per la maggior parte, da uccelli migratori che usano la riserva come area di sosta durante la migrazione dall'Africa al nord Europa e viceversa.

Fra le specie più numerose si ricordano: cavaliere d'Italia, martin pescatore, folaga, garzetta, poiana, cormorano, falco ed altri ancora.
Nelle zone acquatiche si trovano rana e rospo mentre nelle zone sabbiose è presente il ramarro ed il biacco. In tutti i terreni che vanno verso l'interno si possono poi trovare qualche esemplare di volpe e coniglio selvatico. Merita infine una menzione la presenza della nutria, specie introdotta [2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Coordinate prese da OpenStreetMap.
  2. ^ Petralia et al, Indagini sulla popolazione di Nutria (Myocastor coypus, Molina 1782) della Riserva 'Macchia Foresta del Fiume Irminio' (Ragusa) (PDF), in Atti del XV Congresso Nazionale della Società Italiana di Ecologia (Torino, 12-14 settembre 2005).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sicilia Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicilia