Rifugio Havis De Giorgio - Mondovì

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Rifugio Havis De Giorgio)
Rifugio Havis De Giorgio - Mondovì
HavisDeGiorgio01.jpg
Il rifugio Havis De Giorgio sotto le Rocche del Biecai
Ubicazione
Stato Italia Italia
Altitudine 1 761 m s.l.m.
Località Ai piedi della Cima delle Saline, Roccaforte Mondovì
Catena Alpi Liguri
Coordinate 44°11′29.6″N 7°43′54.3″E / 44.191556°N 7.73175°E44.191556; 7.73175Coordinate: 44°11′29.6″N 7°43′54.3″E / 44.191556°N 7.73175°E44.191556; 7.73175
Dati generali
Inaugurazione 1929
Proprietà C.A.I. - sezione di Mondovì
Gestione Mariolino Canavese
Periodo di apertura Dal 15/6 al 15/9 continuativo ; dal 15/5 al 15/6 e dal 15/9 al 15/10 nei fine settimana e altri periodi su prenotazione.
Capienza 58 posti letto
Mappa di localizzazione

Il rifugio Havis De Giorgio - Mondovì (a volte indicato semplicemente come rifugio Mondovì) è un rifugio situato nella catena delle Alpi Liguri nel comune di Roccaforte Mondovì, in provincia di Cuneo, a 1761 metri di altitudine.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il rifugio venne costruito nel 1929, con il nome di rifugio Mondovì; nel 1945 venne ampliato, e fu dedicato alla memoria dell'alpinista monregalese Havis de Giorgio, morto in Africa Orientale Italiana nel 1939, lanciandosi eroicamente contro il nemico per permettere la messa in salvo dei compagni. Mussolini consegnò al padre Guido De Giorgio la medaglia d'oro al valore militare. Il rifugio venne ulteriormente ampliato e adeguato alle normative nel 1999. Nel 2008 è stato completamente ristrutturato, con nuova inaugurazione il 30 agosto 2008.[1]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

È una costruzione in muratura di pietrame a due piani. Dispone di 58 posti letto suddivisi in camerette, dotate di bagno attrezzato per i disabili. Il locale invernale dispone di 6 posti letto. Offre servizio bar, ristorante ed alberghetto.[1]

Accessi[modifica | modifica wikitesto]

L'accesso principale al rifugio è dalla località Porta di Pian Marchisio, in valle Ellero, raggiungibile con l'auto. Da qui si diparte una pista agro-silvo-pastorale che permette di raggiungere il rifugio in 45 minuti circa a piedi.[1]

Ascensioni[modifica | modifica wikitesto]

Traversate[modifica | modifica wikitesto]

Il rifugio si trova sul percorso della Grande Traversata delle Alpi, di cui costituisce una tappa facoltativa (punto intermedio tra Viozene e il rifugio Garelli).

È inoltre inserito nel Giro del Marguareis, trekking di 5 giorni intorno alla sommità delle Alpi Liguri.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]