Reticulitermes lucifugus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Reticulitermes lucifugus
Isotteri Reticulitermes.JPG
Reticulitermes lucifugus
A-operaia B-soldato
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Exopterygota
Subcoorte Neoptera
Superordine Polyneoptera
Sezione Blattoidea
Ordine Isoptera
Famiglia Rhinotermitidae
Genere Reticulitermes
Specie R. lucifugus
Nomenclatura binomiale
Reticulitermes lucifugus
Rossi, 1792

Il Reticulitermes lucifugus Rossi, 1792, è un insetto isottero della famiglia delle Rhinotermitidae.

È una delle due specie di tèrmiti presenti in Italia.

È un insetto xilofago che può colonizzare le abitazioni, scavando gallerie all'interno di pali di sostegno, travi e tavole.

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

I reali alati hanno un corpo di 10 mm circa con le ali, di colore nero e con il protorace più stretto del capo. Le antenne sono di 17-18 articoli, le ali brune, con margine nerastro.

I soldati sono di 5 mm circa, di colore giallo-grigio, con capo subrettangolare e mandibole grandi. Le operaie sono del tutto simili ai soldati, con capo e mandibole più piccole.

La colonia è completa, con tutte le caste rappresentate:

  • Reali
  • Reali di complemento
  • Soldati
  • Operai
  • Neanidi

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Nella colonia, i più numerosi sono gli operai, mentre sono pochi i soldati e pochissimi reali, tranne nel momento dello sfarfallamento verso maggio; in totale arrivano a diverse centinaia di migliaia di unità. La diffusione è favorita oltre che da gallerie, anche da tunnel esterni, rigorosamente oscurati e lunghi anche 80 cm, fatti di rosume e saliva, inoltre sono perfettamente perpendicolari al terreno e possono discendere o salire.

I nidi sono nel terreno o tra le intercapedini o nei pavimenti. I nuovi nidi sono edificati mediante propaggine, in quanto i reali veri sembrano non essere fecondi e quindi sono i reali di complemento a uscire dalla colonia principale.

Danni[modifica | modifica wikitesto]

Queste termiti attaccano le piante vecchie e deperite, soprattutto in aree forestali, ma anche in viali alberati e giardini. Da qui, gli attacchi possono estendersi nelle abitazioni, nelle chiese, nei monumenti e negli archivi.

Affinché le termiti si insedino devono disporre di un buon tasso di umidità. Questa condizione è però necessaria solo all'inizio, perché successivamente l'attacco si estende anche alle strutture con altri gradi di umidità. Le zone di condensa sono perciò una fonte di richiamo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi