Rete tranviaria di Zurigo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rete tranviaria di Zurigo
Servizio di trasporto pubblico
Zurich Be 5-6 Cobra 3002 Letzistrasse.jpg
Tipo rete tranviaria urbana
Stati Svizzera Svizzera
Città Zurigo
Apertura 1882
Linee impiegate 15
Gestore Verkehrsbetriebe Zürich
N. stazioni e fermate 190
Lunghezza 72,8 km
Tracciato della linea
Trasporto pubblico

La rete tranviaria di Zurigo è la rete tranviaria che serve la città svizzera di Zurigo. Composta da quindici linee, si tratta del servizio più esteso del Paese. È gestita dalla società municipale Verkehrsbetriebe Zürich (VBZ).

Lo scartamento della rete è di 1000 mm, mentre l'alimentazione è in corrente continua a 600 V. I capolinea sono tutti provvisti di anello di ritorno, rendendo possibile l'utilizzo di vetture unidirezionali.

Linee[modifica | modifica wikitesto]

  • 2 : Farbhof – Letzigrund Stadion – Stauffacher – Paradeplatz – Bellevue – Bahnhof Tiefenbrunnen
  • 3 : Albisrieden – Stauffacher – Hauptbahnhof – Central – Kunsthaus – Klusplatz
  • 4 : Bhf. Altstettn nord – TechnoPark - Escher-Wyss-Platz – Hauptbahnhof – Central – Bellevue – Bahnhof Tiefenbrunnen
  • 5 : (Zoo –) Kirche Fluntern – Kunsthaus – Bellevue – Bahnhof Enge – Laubegg
  • 6 : Zoo – Kirche Fluntern – ETH – Central – Hauptbahnhof (– Paradeplatz – Bahnhof Enge)
  • 7 : Bahnhof Stettbach – Schwamendingerplatz – Milchbuck – Central – Hauptbahnhof – Paradeplatz – Bahnhof Enge – Wollishofen
  • 8 : Hardplatz – Stauffacher – Paradeplatz – Bellevue (– Kunsthaus – Klusplatz)
  • 9 : Hirzenbach – Schwamendingerplatz – Milchbuck – ETH – Kunsthaus – Bellevue – Paradeplatz – Bahnhof Wiedikon – Heuried (– Triemli)
  • 10 : Zürich Flughafen, Fracht – Glattpark – Bahnhof Oerlikon – Milchbuck – ETH – Central – Hauptbahnhof
  • 11 : Auzelg – Glattpark – Bahnhof Oerlikon – Bucheggplatz – Hauptbahnhof – Paradeplatz – Bellevue – Stadelhofen – Kreutplatz – Hegibachplatz – Rehalp
  • 12 : Bhf. Stettbach - Walliselen - Rehalp - Zürich Flughafen - Fracht
  • 13 : Frankental – Escher-Wyss-Platz – Hauptbahnhof – Paradeplatz – Bahnhof Enge/Bederstr. – Laubegg – Albisgütli
  • 14 : Seebach – Bahnhof Oerlikon Ost – Hauptbahnhof – Stauffacher – Bahnhof Wiedikon – Heuried – Triemli
  • 15 : Bucheggplatz – Central – Bellevue – Stadelhofen – Kreuzplatz – Klusplatz
  • 17 : Werdhölzi - hartdrum - Escher-Wyss-Platz - Hauptbahnhof - Lövenplatz (solo ritorno)

Trasporto merci[modifica | modifica wikitesto]

Il tram utilizzato a Zurigo per la raccolta dei rifiuti

Oltre al trasporto passeggeri, la VBZ - in collaborazione con il dipartimento comunale per i rifiuti e il riciclaggio ERZ - gestisce anche un tram merci per la raccolta dei rifiuti ingombranti[1]. Il "Cargo-Tram" è attivo in base ad calendario mensile prestabilito e sosta per un'intera giornata (dalle 7:00 alle 17:00) in uno dei 10 punti di raccolta sparsi per la città di Zurigo. A fine giornata, i rifiuti raccolti sono poi trasportati nel punto di raccolta centrale tramite un binario di raccordo appositamente costruito al capolinea di Werdhölzli[2][3][4]. Il servizio fu introdotto nel 2003 per tentare di ridurre la quantità di rifiuti ingombranti illegalmente abbandonati ogni anno. Nel suo primo anno di attività furono raccolte circa 380 tonnellate di rifiuti[3][5]. Nel 2006 è stato lanciato anche un E-Tram per incentivare la raccolta di rifiuti elettronici.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paolo Delle Site, Francesco Filippi e Agostino Nuzzolo (a cura di), Linee guida dei piani di logistica urbana sostenibile, Maggioli Editore, 2013, pp. 67-68.
  2. ^ (DE) Cargo- und E-Tram, Città di Zurigo. URL consultato il 09 maggio 2012.
  3. ^ a b Andrew Moglestue, Cargotram - Zürich's domestic refuse takes to the rails, proaktiva.ch, agosto 2003. URL consultato il 14 luglio 2013.
  4. ^ Andrew Moglestue, Cargotram serves additional destination, proaktiva.ch, 14 gennaio 2014.
  5. ^ Andrew Moglestue, Cargo tram is a success!, proaktiva.ch, aprile 2004. URL consultato il 14 luglio 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]