Reform Club

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 51°30′24″N 0°08′00″W / 51.506667°N 0.133333°W51.506667; -0.133333 Il Reform Club (lett. "Club della riforma") è un club per gentiluomini londinese sito al numero 104 di Pall Mall nel centro di Londra.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu fondato nel 1836 dal deputato, Edward Ellice (1783-1863), inizialmente per far incontrare i membri di entrambe le camere del parlamento con le idee radicali, diffusesi in occasione del passaggio del Reform Act del 1832.

Se al tempo della sua fondazione il Club era legato al Partito Liberale, oggi non è legato a nessun partito politico e per entrare a farne parte non è necessario mostrare lealtà al partito liberale. Comunque il club continua a mantenere la sua tradizione liberale e progressista.

La sede[modifica | modifica wikitesto]

L'edificio che ospita il Reform Club

L'edificio neorinascimentale che ospita il club fu commissionato a Sir Charles Barry, uno dei più importanti architetti dell'epoca; ispirato ai palazzi del Rinascimento italiano, fu aperto nel 1841.

L'esterno è ispirato al Palazzo Farnese progettato da Antonio da Sangallo il Giovane e Michelangelo Buonarroti che l'architetto inglese studiò molto attentamente; all'interno si trova una biblioteca, una Coffee Room (nome tradizionale per il camera degli invitati), una stanza per fumatori e una per i giocatori di carte.

Membri illustri del Reform Club[modifica | modifica wikitesto]

Nalla cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Il club è diventato famoso anche grazie al romanzo di Giulio Verne Il giro del mondo in 80 giorni, perché fu proprio durante una discussione tra una partita di carte e l'altra al Reform Club che Phileas Fogg scommise che sarebbe tornato nello stesso club entro ottanta giorni dopo avere compiuto il giro del mondo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]