Reeperbahn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La Reeperbahn (gennaio 2006)
Un sex shop nella Reeperbahn
Insegne di locali nella Reeperbahn

Reeperbahn è una celebre via nel quartiere di St. Pauli ad Amburgo (Germania), famosa per i suoi locali e negozi prevalentemente a luci rosse e fulcro della vita notturna della metropoli anseatica.

Profilo della zona[modifica | modifica wikitesto]

Lungo la via e le piazzette adiacenti (come Spielbudenplatz), si trovano sexyshops, locali per lo striptease o simili e St. Pauli-Theater, l'Operettenhaus (teatro per il musical), un casinò (Kasino Reeperbahn), locali con musica live e molti bar. Non vi sono vetrine con le prostitute con l'eccezione di quelle situate in una via laterale, la Herbertstraße, via accessibile solo agli uomini, purché maggiorenni.[1]. Oltre alle vetrine di Herbertstraße la prostituzione è legalmente praticata anche per strada, solo in apposite aree autorizzate, o in case chiuse.

Famosa è poi un'altra via laterale della Reeperbahn, la Große Freiheit ("Grande libertà", nome che non fa alcun riferimento al divertimento o ai facili costumi, bensì ad altre concessioni[2], deve la propria origine alle concessioni fatte nel XVII secolo dal Conte di Schauenberg alle minoranze religiose e agli artigiani che poterono risiedere in loco esercitando liberamenti le proprie attività senza l'antico obbligo di appartenenza ad una specifica corporazione.), dove si trovano diversi locali di divertimento, in uno dei quali (il nr. 36), negli anni sessanta, mossero i loro primi decisivi passi i Beatles[3]. In quei locali iniziava inoltre la propria carriera anche il cantante italiano Mino Reitano (1944 - 2009), che si esibiva assieme al suo gruppo. Tra l'altro vi si trova l'edificio del distretto, noto con il nome di Davidwache.

Contigua alla Reeperbahn è la Millerntorplatz, di fronte alla quale si trova l'area chiamata Heiligengeistfeld, dove - per tre volte l'anno e per una durata complessiva di tre mesi[4] - trova posto un grande luna park con la celebre ruota panoramica, e dove si trova anche il "Millerntor-Stadion", lo stadio dell'FC St. Pauli, la squadra di calcio del quartiere.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In origine questa via era stata creata appositamente ed esclusivamente per "allietare" i marinai che sbarcavano nel Porto di Amburgo.[2]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome della via deriva dalla parola basso-tedesca "reep" che significa "corda" e "bahn" ("pista"). La Reeperbahn o Seilerbahn in tedesco standard è una corderia.[2]

Soprannomi della via[modifica | modifica wikitesto]

In Germania, la Reeperbahn è conosciuta anche come die sündige Meile, vale a dire “il miglio peccaminoso” o "il miglio del peccato".
Un altro popolare soprannome della Reeperbahn è Kiez, termine (usato soprattutto nel Nord della Germania e a Berlino) che indica normalmente una zona ristretta all'interno di una grande città, ma che ha assunto via via il significato di quartiere dedito alla prostituzione.

Locali famosi[modifica | modifica wikitesto]

Tra i locali famosi, si possono citare: il Pulverfass, il Café Keese, lo Hamborger Veermaster (al n. 162), il Roschinsky's (al n. 19), Der Clochard (al n. 29) ecc.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Altrogge, Gudrun, Hamburg, ADAC Verlag, München, 2005, p. 755
  2. ^ a b c Altrogge, Gudrun, op. cit., p. 70
  3. ^ Altrogge, Gudrun, op. cit., p. 75
  4. ^ Altrogge, Gudrun, op. cit., p. 126
  5. ^ Altrogge, Gudrun, op. cit., p. 71

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gudrun Altrogge, Hamburg, ADAC Verlag GmbH, München, 2005
  • A.A.V.V., Germania del Nord, Touring Club Editore, Milano, 2006

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN235502443 · LCCN (ENsh90003748 · GND (DE4094650-2 · WorldCat Identities (ENviaf-235502443