Reeperbahn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La Reeperbahn (gennaio 2006)
Un sex shop nella Reeperbahn
Insegne di locali nella Reeperbahn

Reeperbahn è una celebre via nel quartiere di St. Pauli ad Amburgo (Germania), famosa per i suoi locali e negozi prevalentemente a luci rosse e fulcro della vita notturna della metropoli anseatica.

Profilo della zona[modifica | modifica wikitesto]

Lungo la via e le piazzette adiacenti (come Spielbudenplatz), si trovano sexyshops, locali per lo striptease o simili e St. Pauli-Theater, l'Operettenhaus (teatro per il musical), un casinò (Kasino Reeperbahn), locali con musica live e molti bar. Non vi sono vetrine con le prostitute con l'eccezione di quelle situate in una via laterale, la Herbertstraße, via accessibile solo agli uomini, purché maggiorenni.[1]. Oltre alle vetrine di Herbertstraße la prostituzione è legalmente praticata anche per strada, solo in apposite aree autorizzate, o in case chiuse.

Famosa è poi un'altra via laterale della Reeperbahn, la Große Freiheit ("Grande libertà", nome che non fa alcun riferimento al divertimento o ai facili costumi, bensì ad altre concessioni[2]), dove si trovano diversi locali di divertimento, in uno dei quali (il nr. 36), negli anni sessanta, mossero i loro primi decisivi passi i Beatles[3]. In quei locali iniziava inoltre la propria carriera anche il cantante italiano Mino Reitano (1944 - 2009), che si esibiva assieme al suo gruppo. Tra l'altro vi si trova l'edificio del distretto, noto con il nome di Davidwache.

Contigua alla Reeperbahn è la Millerntorplatz, di fronte alla quale si trova l'area chiamata Heiligengeistfeld, dove - per tre volte l'anno e per una durata complessiva di tre mesi[4] - trova posto un grande luna park con la celebre ruota panoramica, e dove si trova anche il "Millerntor-Stadion", lo stadio dell'FC St. Pauli, la squadra di calcio del quartiere.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In origine questa via era stata creata appositamente ed esclusivamente per "allietare" i marinai che sbarcavano nel Porto di Amburgo.[2]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome della via deriva dalla parola basso-tedesca "reep" che significa "corda" e "bahn" ("pista"). La Reeperbahn o Seilerbahn in tedesco standard è una corderia.[2]

Soprannomi della via[modifica | modifica wikitesto]

In Germania, la Reeperbahn è conosciuta anche come die sündige Meile, vale a dire “il miglio peccaminoso” o "il miglio del peccato".
Un altro popolare soprannome della Reeperbahn è Kiez, termine (usato soprattutto nel Nord della Germania e a Berlino) che indica normalmente una zona ristretta all'interno di una grande città, ma che ha assunto via via il significato di quartiere dedito alla prostituzione.

Locali famosi[modifica | modifica wikitesto]

Tra i locali famosi, si possono citare: il Pulverfass, il Café Keese, lo Hamborger Veermaster (al n. 162), il Roschinsky's (al n. 19), Der Clochard (al n. 29) ecc.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Altrogge, Gudrun, Hamburg, ADAC Verlag, München, 2005, p. 755
  2. ^ a b c Altrogge, Gudrun, op. cit., p. 70
  3. ^ Altrogge, Gudrun, op. cit., p. 75
  4. ^ Altrogge, Gudrun, op. cit., p. 126
  5. ^ Altrogge, Gudrun, op. cit., p. 71

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gudrun Altrogge, Hamburg, ADAC Verlag GmbH, München, 2005
  • A.A.V.V., Germania del Nord, Touring Club Editore, Milano, 2006

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN235502443 · LCCN (ENsh90003748 · GND (DE4094650-2 · WorldCat Identities (EN235502443