Raphia farinifera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Palma rafia
Raphia farinifera.jpg
Raphia farinifera
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Arecales
Famiglia Arecaceae
Sottofamiglia Calamoideae
Tribù Calameae
Genere Raphia
Specie R. farinifera
Nomenclatura binomiale
Raphia farinifera
(Gaertn.) Hyl.
Sinonimi

Raphia ruffia
(Jacq.) Mart.
Raphia pedunculata
P. Beauv.

La palma rafia (Raphia farinifera (Gaertn.) Hyl.) è una pianta appartenente alla famiglia delle Arecaceae e del genere Raphia, originaria dell'Africa orientale e del Madagascar.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Lavorazione della rafia

È una specie pollonifera caratterizzata da fusti multipli, alti sino a 10 m. Le foglie sono pennate, erette, lunghe fino a 20 m, disposte a corona alla sommità del fusto e sorrette da un picciolo largo e spinoso. È una specie monocarpica: i fiori, riuniti in infiorescenze terminali, compaiono un'unica volta verso i 40-50 anni di età. I frutti sono ovoidali, di colore bruno-rossastro. Dopo la fruttificazione il fusto secca e la pianta emette nuovi polloni basali.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La R. farinifera è diffusa lungo le coste orientali dell'Africa ed in Madagascar. Predilige ambienti molto umidi (foresta umida, paludi, sponde dei fiumi).

Usi[modifica | modifica wikitesto]

  • Dalle foglie si ricava la rafia, una fibra resistente e grossolana, utilizzata soprattutto per la produzione di legacci per l'agricoltura, ma anche per lavori di intreccio (stuoie, cestini, cappelli, borse, ecc.)
  • Dal midollo del fusto si estrae il sago, una farina utilizzata a scopo alimentare

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica