Radical Face

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Radical Face
Radical Face - Haldern Pop Festival 2017 - Alexander Kellner - 6.jpg
I Radical Face in concerto nel 2017
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
(Jacksonville Beach)
GenereIndie pop[1]
Rock alternativo[1]
Folk
Musica d'autore
Indie folk
EtichettaMorr Music, Bear Machine, Nettwerk, Sound of a Handshake
Album pubblicati3
Studio3
Sito ufficiale

Radical Face è il progetto musicale del cantautore e polistrumentista Ben Cooper (nato e residente a Jacksonville, Florida,.il 24 febbraio 1982), già membro del duo elettronico Electric President e dei gruppi Iron Orchestra e Mother's Basement.

Cooper ha dichiarato di aver scelto il nome Radical Face dopo averlo visto su un volantino: in seguito ha scoperto che il foglio pubblicizzava una chirurgia plastica facciale con il motto "Radical Face-Lift" e che la parola 'lift' era stata strappata.

Il primo album di Cooper registrato con lo pseudonimo di Radical Face è stato The Junkyard Chandelier (2003). L'album non è mai stato pubblicato formalmente, ma da allora è disponibile come download gratuito online. Ghost è stato il primo album ufficiale in studio, pubblicato nel marzo 2007.

Il 16 novembre 2010, Cooper pubblicò un EP di sei tracce intitolato Touch The Sky , che servì come anteprima per una trilogia di album chiamata Family Tree (Albero di Famiglia), che segue la storia di una famiglia immaginaria, i Northcotes, attraverso le sue generazioni. L'EP è dedicato alle prime due generazioni dell'albero genealogico di Northcotes ed è basato sulla narrazione di storie avvenute nel 1800. [2]

The Family Tree: The Branches è stato rilasciato il 22 ottobre 2013 in America e il 1 ° novembre in Europa. The Bastards Volume One è il secondo volume e fu pubblicato lo stesso anno.

Ben Cooper

The Bastards: Volume Three e The Bastards: Volume Four sono stati entrambi pubblicati nel 2015, fino all'uscita di The Family Tree: The Leaves nel marzo 2016.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Il brano "Welcome Home" è stato utilizzato negli spot pubblicitari Nikon e in numerosi video e servizi di arrampicata, nell'episodio "General Ludd" della prima stagione di The Blacklist ed è stato inserito nei titoli di coda del film, Horror/Fantastico, Somnia del 2016 di Mike Flanagan. Il brano "We're On Our Way" è presente nel trailer del film Noi siamo infinito (2012) e nel trailer del film "The Fault in Our Stars" (Colpa delle stelle) (2014), mentre la canzone "The Crooked Kind" è stata inserita nella colonna sonora dell'episodio "The diabolical kind" della seconda stagione di Elementary. La canzone Always Gold è utilizzata dalla Facebook per il video "Di' grazie a qualcuno". Il brano "The Gilded Hand" tratto dall'album "The Family Tree: The Branches" (2013) è stato inserito alla fine del secondo episodio della decima stagione di Criminal Minds.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Radical Face, su AllMusic, All Media Network.
  2. ^ (EN) Review: Radical Face, The Family Tree: The Roots, in Timber and Steel, 17 settembre 2011. URL consultato il 04 aprile 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN80210278 · ISNI (EN0000 0000 5719 6332 · LCCN (ENno2012018870 · GND (DE135478006 · BNF (FRcb169395899 (data)