Río Grande (Terra del Fuoco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Río Grande
comune[1]
Río Grande – Stemma Río Grande – Bandiera
Río Grande – Veduta
Localizzazione
StatoArgentina Argentina
ProvinciaBandera de la Provincia de Tierra del Fuego.svg Terra del Fuoco
DipartimentoRío Grande
Amministrazione
SindacoGustavo Adrian Melella[1] (UCR)
Data di istituzione11/07/1921
Territorio
Coordinate53°48′S 67°43′W / 53.8°S 67.716667°W-53.8; -67.716667 (Río Grande)Coordinate: 53°48′S 67°43′W / 53.8°S 67.716667°W-53.8; -67.716667 (Río Grande)
Altitudinem s.l.m.
Superficie12 181 km²
Abitanti66 475[1] (2010)
Densità5,46 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postaleV9420
Prefisso02964
Fuso orarioUTC-3
Nome abitantiriograndense
Cartografia
Mappa di localizzazione: Argentina
Río Grande
Río Grande
Sito istituzionale
Río Grande, il quartiere dell'antico porto risalta per le sue interessanti abitazioni di uno a tre piani, con soffitti a due acque e facciate dipinte di un soave variopinto.

Río Grande è un[1] comune dell'Argentina, capoluogo dell'omonimo dipartimento appartenente alla provincia della Provincia di Terra del Fuoco, Antartide e Isole dell'Atlantico del Sud.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Río Grande sorge sulla costa orientale dell'Isola Grande della Terra del Fuoco, sull'estuario del fiume omonimo. La città è situata a 212 km a nord del capoluogo provinciale Ushuaia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Río Grande fu fondata come colonia agricola l'11 luglio 1921. Negli anni successivi l'economia locale si sviluppò grazie all'allevamento.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Río Grande è attraversata dalla strada nazionale 3 che unisce Buenos Aires alla Patagonia e alla Terra del Fuoco.

Aeroporti[modifica | modifica wikitesto]

L'aeroporto internazionale Governatore Ramón Trejo Noel, situato a 9 km dalla città, è servito da voli interni ed internazionali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (ES) Scheda sul sito del Ministero dell'Interno, su mininterior.gov.ar. URL consultato il 10 marzo 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN239932610 · WorldCat Identities (ENlccn-n96004585
Argentina Portale Argentina: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Argentina