Pupe calde e mafia nera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pupe calde e mafia nera
Titolo originale Cotton Comes to Harlem
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1970
Durata 97 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere azione, commedia, poliziesco
Regia Ossie Davis
Soggetto Chester Himes (romanzo)
Sceneggiatura Ossie Davis, Chester Himes, Arnold Perl
Produttore Samuel Goldwyn Jr.
Casa di produzione Formosa Productions
Fotografia Gerald Hirschfeld
Montaggio Robert Q. Lovett
Musiche Galt MacDermot
Interpreti e personaggi

Pupe calde e mafia nera (Cotton Comes to Harlem) è un film del 1970, diretto da Ossie Davis.

È considerato il prototipo del genere blaxploitation.[1] Tratto da un romanzo giallo dello scrittore Chester Himes, il film ha avuto due seguiti: Harlem Detectives, diretto nel 1972 da Mark Warren, e Rabbia ad Harlem, diretto nel 1991 da Bill Duke.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Gravedigger Jones (Godfrey Cambridge) e Coffin Ed Johnson (Raymond St. Jacques) sono due poliziotti afroamericani dai modi bruschi e dalla reputazione da veri duri. Sulla loro strada trovano il reverendo Deke O'Malley (Calvin Lockart), che estorce del denaro alla gente afroamericana promettendo loro una vita migliore in Africa.

Collegamenti ad altre pellicole[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Franco Minganti, Il cinema afroamericano, in Il cinema americano II, a cura di Gian Piero Brunetta. Torino, Giulio Einaudi Editore, 2006.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema