Psychrolutes marcidus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pesce blob
Psychrolutes marcidus
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Scorpaeniformes
Sottordine Cottoidei
Superfamiglia Cottoidea
Famiglia Psychrolutidae
Genere Psychrolutes
Specie P. marcidus
Nomenclatura binomiale
Psychrolutes marcidus
(McCulloch, 1926)

Psychrolutes marcidus (McCulloch, 1926), conosciuto comunemente come pesce blob per la sua conformazione molle, è un pesce abissale appartenente alla famiglia Psychrolutidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie vive nell'Oceano Pacifico sudoccidentale, nelle acque costiere australiane meridionali, a una profondità compresa tra i 600 e i 1200 metri.[1] Attualmente è a rischio di estinzione a causa della pesca a strascico sui fondali.[2] A causa dell'inaccessibilità del suo habitat, è stato studiato e fotografato raramente in natura.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Psychrolutes marcidus è tipicamente più corto di 30 cm, con un corpo poco compresso ai fianchi, testa grossa e occhi grandi. Le pinne sono ampie e arrotondate. La livrea del corpo è grigio rosata, chiazzata di bruno. La bocca e le labbra sono bianco-rosate.

Alle profondità in cui vive, dove la pressione è da 60 a 120 volte maggiore rispetto a quella percepita in superficie, l'utilizzo di una vescica natatoria per mantenere l'assetto idrostatico non è efficace. Invece questa specie ha una carne dall'aspetto gelatinoso, con peso specifico leggermente inferiore rispetto a quello dell'acqua. Il che gli permette di galleggiare sul fondale oceanico, senza spendere energie per nuotare. La sua relativa mancanza di muscoli non è uno svantaggio, siccome principalmente ingoia materiale edibile galleggiante, come i crostacei delle profondità oceaniche.

L'impressione comune che si tratti di un essere deforme è parzialmente dovuta ai traumi da decompressione subiti dai primi esemplari che sono stati pescati[3]. Per il suo aspetto è stato votato come "animale più brutto del mondo", venendo eletto come mascotte della Ugly Animal Preservation Society.[4] In realtà nel suo ambiente naturale ha un aspetto molto simile ai pesci ossei più conosciuti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ FishBase - Psychrolutes marcidus (McCulloch, 1926)
  2. ^ Australia rischia di sparire il pesce triste, Repubblica.it, 26 gennaio 2010. URL consultato il 26 gennaio 2010.
  3. ^ (EN) Colin Schultz, In Defense of the Blobfish: Why the "World's Ugliest Animal" Isn't as Ugly as You Think It Is, su Smithsonian Magazine. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  4. ^ Il blobfish è l'animale più brutto del mondo, Panorama, 13 settembre 2013. URL consultato il 21 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 21 gennaio 2015).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci