Protocetidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Protocetidae
Protocetus BW.jpg
Protocetus
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Superclasse Tetrapoda
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Ordine Cetacea
Sottordine Archaeoceti
Famiglia Protocetidae

I protocetidi (Protocetidae) sono una famiglia di cetacei estinti, vissuta nell'Eocene inferiore e medio (50 – 40 milioni di anni fa). I loro resti sono stati ritrovati in Nordamerica, in Nordafrica e nel subcontinente indiano.

Cranio di Protocetus atavus

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il cranio dei protocetidi era dotato di una regione sopraorbitale espansa, ma era privo di alcune caratteristiche dei cetacei successivi (la dentatura complessa e i seni dello pterigoide). Le vertebre del collo erano particolarmente corte e quelle dorsali e caudali erano conformate in maniera tale da permettere un'oscillazione corporea in senso laterale, al contrario di quanto avviene nei moderni cetacei.

Evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

Questi animali sono considerati tra i cetacei più antichi più primitivi, e rappresentano un grado evolutivo intermedio tra i pakicetidi e i basilosauridi. Apparsi nell'Eocene inferiore, i protocetidi prosperarono per vari milioni di anni e si estinsero nell'Eocene medio, non prima di aver dato origine a cetacei più evoluti. Tra le forme più note sono da ricordare Protocetus, che dà il nome alla famiglia, vissuto in Africa e nel Vicino Oriente, Pappocetus della Nigeria (in precedenza erroneamente accostato all'origine dei delfini), Togocetus del Togo, Georgiacetus del Nordamerica, Maiacetus, Indocetus e Rodhocetus del subcontinente indiano. Il curioso Makaracetus, del Pakistan, era probabilmente dotato di una corta proboscide per afferrare molluschi e altri animali di fondale di cui si cibava.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Stromer, Ernst (1908). Die Archaeoceti des ägyptischen Eozäns: Beiträge zur paläontologie und geologie Österreich-Ungarns und des Orients. W. Braumüller. OCLC 21174007. Retrieved July 2013.
  • Gingerich, Philip D.; Zalmout, Iyad S.; Ul-Haq, Munir; Bhatti, M. Akram (2005). "Makaracetus bidens, a new protocetid archaeocete (Mammalia, Cetacea) from the early middle Eocene of Balochistan (Pakistan)". Contributions from the Museum of Paleontology 31 (9): 197–210. OCLC 742723177. Retrieved March 2013.
  • Gingerich, Philip D; ul-Haq, Munir; von Koenigswald, Wighart; Sanders, William J; Smith, B Holly; Zalmout, Iyad S (2009). "New Protocetid Whale from the Middle Eocene of Pakistan: Birth on Land, Precocial Development, and Sexual Dimorphism". PLOS ONE 4 (2): e4366. doi:10.1371/journal.pone.0004366. PMC 2629576. PMID 19194487.