Prelatura territoriale di Aiquile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Prelatura territoriale di Aiquile
Praelatura Territorialis Aiquilensis
Chiesa latina
Catedral de San Pedro Virgen de la Candelaria .jpg
Suffraganea dell' arcidiocesi di Cochabamba
Mappa della diocesi
Prelato Jorge Herbas Balderrama, O.F.M.
Sacerdoti 23 di cui 19 secolari e 4 regolari
14.521 battezzati per sacerdote
Religiosi 6 uomini, 70 donne
Abitanti 372.000
Battezzati 334.000 (89,8% del totale)
Superficie 23.325 km² in Bolivia
Parrocchie 14
Erezione 11 dicembre 1961
Rito romano
Indirizzo Casilla 93, Aiquile [Cochabamba], Bolivia
Sito web www.ofmtn.pcn.net
Dati dall'Annuario pontificio 2015 (ch? · gc?)
Chiesa cattolica in Bolivia

La prelatura territoriale di Aiquile (in latino: Praelatura Territorialis Aiquilensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Cochabamba. Nel 2014 contava 334.000 battezzati su 372.000 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Jorge Herbas Balderrama, O.F.M.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La prelatura territoriale comprende integralmente le tre province civili di Campero, Mizque, Carrasco e una parte di quella di Tiraque, che appartengono tutte al dipartimento di Cochabamba. Confina a nord con l'arcidiocesi di Cochabamba, a sud con l'arcidiocesi di Sucre, a est con l'arcidiocesi di Santa Cruz de la Sierra e a ovest con la diocesi di Potosí.

Sede prelatizia è la città di Aiquile.

Il suo territorio si estende su 23.325 km² e si suddivide in 14 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prelatura territoriale è stata eretta l'11 dicembre 1961 con la bolla Cum venerabilis Frater di papa Giovanni XXIII, ricavandone il territorio dalla diocesi di Cochabamba (oggi arcidiocesi). Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Sucre.

Il 30 luglio 1975 è entrata a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Cochabamba.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Jacinto (Giacinto) Eccher, O.F.M. † (16 dicembre 1961 - 22 novembre 1986 ritirato)
  • Adalberto Arturo Rosat, O.F.M. † (22 novembre 1986 - 25 marzo 2009 ritirato)
  • Jorge Herbas Balderrama, O.F.M., dal 25 marzo 2009

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi al termine dell'anno 2014 su una popolazione di 372.000 persone contava 334.000 battezzati, corrispondenti all'89,8% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1966 80.000 80.500 99,4 17 17 4.705 2 6 8
1970 90.000 90.000 100,0 17 17 5.294 20 8 8
1976 99.000 100.000 99,0 24 24 4.125 27 12 8
1980 113.800 117.000 97,3 19 19 5.989 1 23 23 8
1990 133.000 137.300 96,9 16 1 15 8.312 17 32 12
1999 270.000 300.000 90,0 27 17 10 10.000 13 67 8
2000 270.000 300.000 90,0 25 16 9 10.800 12 72 9
2001 270.000 300.000 90,0 29 19 10 9.310 12 74 12
2002 195.000 210.000 92,9 29 19 10 6.724 13 77 14
2003 195.000 210.000 92,9 31 18 13 6.290 16 75 14
2004 190.000 220.000 86,4 32 20 12 5.937 16 77 14
2013 329.000 366.000 89,9 19 14 5 17.315 7 70 15
2014 334.000 372.000 89,8 23 19 4 14.521 6 70 14

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi