Politecnico di Poznań

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Politecnico di Poznań
Rektorat Polibudy PP.jpg
Ubicazione
StatoPolonia Polonia
CittàPoznań
Dati generali
Nome latinoPolytechnica Posnaniensis
Fondazione1919
Tipopubblica
RettoreProf. Tomasz Łodygowski
Studenti20 197[1] (2011)
AffiliazioniErasmus, CESAER
Mappa di localizzazione
Sito web

Il Politecnico di Poznań, detto anche PUT (in polacco Politechnika Poznańska) è un'università localizzata a Poznań in Polonia. Nel 1995 è diventata la prima università polacca ad essere membro della Conferenza delle Scuole Europee per l'educazione Avanzata dell'Ingegneria e della Ricerca (CESAER), un'organizzazione che comprende le migliori università tecniche in Europa. L'università è anche membro del programma Socrates-Erasmus per lo scambio di studenti da e per tutta l'Europa consentendo di dare all'istituto una dimensione continentale.

Facoltà[modifica | modifica wikitesto]

  • Architettura
  • Tecnologie Chimiche
  • Ingegneria Civile e Ambientale
  • Elaborazione Dati
  • Ingegneria Elettronica
  • Elettronica e Telecomunicazioni
  • Ingegneria Gestionale
  • Ingegneria delle Macchine e dei Trasporti
  • Ingegneria Meccanica
  • Fisica Tecnica

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Politecnico venne ufficialmente fondato nel 1955 e come primo rettore venne nominato Roman Kozak. Tuttavia una scuola statale con funzioni similari esisteva già a Poznań dal 1919 con il nome di "Scuola Superiore di Stato dei Macchinari". Dopo l'aggiunta di una seconda facoltà nel 1929 il nome venne modificato in "Scuola Superiore di Stato dei Macchinari e dell’Elettrotecnica". Era già prevista la trasformazione in Politecnico nel 1940, ma questo processo si interruppe a causa della seconda guerra mondiale. Nel 1945 la scuola ricevette lo status di "Alta Scuola di Ingegneria" per poi diventare un Politecnico nel 1955. Il PUT è attualmente un'istituzione statale autonoma organizzata in nove facoltà con migliaia di membri tra staff accademico e ricercatori e fornisce istruzione a circa ventimila studenti attraverso corsi full-time e part-time. L'università ha inoltre ottenuto anche la certificazione del diritto di conferimento dei dottorati in materie tecniche.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI: (EN0000 0001 0729 6922