Plemo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Plemo
frazione
Plemo – Veduta
Scritta muraria a Plemo
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Brescia-Stemma.png Brescia
ComuneEsine-Stemma.png Esine
Territorio
Coordinate45°54′54″N 10°14′10″E / 45.915°N 10.236111°E45.915; 10.236111 (Plemo)Coordinate: 45°54′54″N 10°14′10″E / 45.915°N 10.236111°E45.915; 10.236111 (Plemo)
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale25040
Prefisso0364
Fuso orarioUTC+1
Patronosan Martino
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Plemo
Plemo

Plemo (Plèm in dialetto camuno) è una frazione del comune di Esine, in bassa Val Camonica, in provincia di Brescia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Plemo è una frazione a sud del comune di Esine, posto tra questo e l'ulteriore frazione della Sacca.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Storia della Valle Camonica.

Nel seicento venne trovata in Plemo l'iscrizione DIS MANIBUS DRUSI CAESARIS GERM, dedicata a Druso figlio di Germanico, morto nel 33 ev e conservata oggi al museo archeologico di Bergamo.[1]

I Federici avevano in Plemo due rocche.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Parrocchiale di San Giovanni

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Le chiese di Plemo sono:[2]

  • Parrocchiale di S. Giovanni Battista, del XVIII secolo, allungata all'inizio del novecento. Contiene l'Annunciazione del Palma il Vecchio.

Architetture militari[modifica | modifica wikitesto]

  • Rocca Novella: vicina all'abitato di Plemo, venne edificata tra il XIII ed il XIV secolo ed abbattute dalle autorità venete nel 1455 secondo l'editto della demolizione delle rocche camune. Eretta su un promontorio roccioso, oggi è in rovina. Rimangono i muri perimetrali del lato nord, una finestra l primo piano con sedili in pietra. Al pian terreno è invece visibile l'imposta del soffitto con volta a botte ed una scalinata con sei gradini. Nei pressi della rocca sono presente anche incisioni rupestri dell'età del ferro.
  • Rocca Alta: fortilizio difensivo del XIII secolo, arroccato su un colle a circa un'ora di cammino da Plemo. La struttura, a pianta quadrata, fu residenza delle famiglie prima Federici poi Beccagutti che l'abitarono sino al 1455.[3]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Tradizioni e folclore[modifica | modifica wikitesto]

Gli scütüm sono nei dialetti camuni dei soprannomi o nomiglioli, a volte personali, altre indicanti tratti caratteristici di una comunità. Quello che contraddistingue gli abitanti di Plemo è Tègne o Scarpatècc.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gaetano Panazza, Araldo Bertolini, Arte in Val Camonica - vol 4, Brescia, Industrie grafiche bresciane, 1984, p. 172.
  2. ^ Tratto da: Eugenio Fontana, Terra di Valle Camonica, Brescia, Industrie Grafiche Bresciane, 1984, p. 49.
  3. ^ AAVV, Itinera - 4 - Castelli, torri e fortificazioni, Breno, Tipografia camuna, 2003, p. 37.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gaetano Panazza, Araldo Bertolini, Arte in Val Camonica - vol 4, Brescia, Industrie grafiche bresciane, 1984.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Val Camonica Portale Val Camonica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Val Camonica