Pino Nicolosi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pino Nicolosi
NazionalitàItalia Italia
GenereJazz
Funk
Pop
Strumentopianoforte
Gruppo attualeNovecento

Pino Nicolosi (16 aprile 1959) è un pianista, arrangiatore e produttore discografico italiano.

Membro del gruppo Novecento nel 1997 fonda, assieme al fratello Lino Nicolosi, la Nicolosi Productions, etichetta di musica jazz, funk, pop.

Ha collaborato con Sting, Chaka Khan, Billy Cobham, Eumir Deodato, Al Jarreau, Brian Auger, Michael Brecker, Randy Brecker, Billy Preston, Mike Stern, Frank Gambale e Gino Vannelli.

Attività come produttore e arrangiatore[modifica | modifica wikitesto]

  • 1984 – Get Closer I di Valerie Dore
  • 1997You and I di Billy Preston
  • 2001 Drum 'n' Voice di Billy Cobham
  • 2004Dreams of Peace per il chitarrista Stanley Jordan
  • 2005Together as One di Gregg Kofi Brown, cantante della band ghanese Osibisa
  • 2005Lullaby to an Anxious Child di Sting
  • 2006Drum 'n' Voice Vol.2 di Billy Cobham

Sempre per il batterista Billy Cobham, nel 2009 produce e arrangia l'album Drum 'n ' Voice Vol. 3. Alla realizzazione del disco partecipano ospiti come Gino Vannelli, George Duke, Brian Auger, John Scofield, Alex Acuna, Bob Mintzer e Chaka Khan,[1] per la quale produce (col fratello Lino Nicolosi), il singolo Alive per la Nicolosi Productions.

Nel 2010 produce e arrangia l'album di Eumir Deodato The Crossing, al quale partecipano: Al Jarreau, John Tropea, Airto Moreira, Novecento, Londonbeat. Sempre nel 2010 esce il singolo di Deodato e Al Jarreau, Double Face,[2] tratto da The Crossing, e nel 2012 arrangia insieme al fratello Lino Nicolosi Su questo piano che si chiama Terra, secondo album della cantautrice Roberta Di Lorenzo album che contiene E tu lo chiami Dio interpretato da Eugenio Finardi al Festival di Sanremo 2012.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chaka Khan presenta sul suo sito ufficiale il nuovo Video "Alive", su Jazzitalia, 30 maggio 2010. URL consultato il 30 novembre 2014.
  2. ^ Al Jarreau partecipa al nuovo album del musicista Eumir Deodato della Nicolosi Production, su Jazzitalia, 6 agosto 2010. URL consultato il 30 novembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]