Pignoccata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pignoccata
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneSicilia
Zona di produzioneComuni dell'area iblea nella Provincia di Ragusa
Dettagli
Categoriadolce
RiconoscimentoP.A.T.
Settorepaste fresche e prodotti della panetteria, biscotteria, pasticceria e confetteria
 

La Pignoccata (conosciuta in siciliano anche come Mpagnuccata) è un dolce a forma di pigna tipico siciliano inserito nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T) del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf).[1]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

La pignoccata si produceva tradizionalmente nei paesi dell'ex contea di Modica durante le feste del carnevale. Si diffuse col tempo in tutta la Sicilia.[2] A Messina e nella zona dello stretto si diffuse come Pignolata di Messina che però veniva infornata anziché fritta.[2]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La pignoccata viene prodotta partendo da un impasto di uova, zucchero e farina, aromatizzate con un pizzico di sale e cannella che viene tagliato in piccoli pezzetti che vengono fritti e poi mescolati al miele caldo (come avviene per gli struffoli).[3] Vengono aggiunte le scorze di limone e infine modellati a forma di piccole pigne.[3] Tradizionalmente questi dolcetti vengono serviti in porzioni adagiate su foglie di limone.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA.VV., I Dolci delle feste, collana "Il viaggiatore", Touring Editore S.r.l., Milano 2004. ISBN 88-365-3063-X
  • G. Basile, A. Musco Dominici, Mangiare di festa, ed. Kalos, Palermo 2004

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]