Classe Thaon di Revel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Classe Thaon di Revel
Descrizione generale
Naval Ensign of Italy.svg
TipoPattugliatore
Fregata multiruolo
Numero unità7 unità commissionate

3 unità in opzione
16 unità previste

CostruttoriFincantieri
CantiereCantiere del Muggiano
Caratteristiche generali
Dislocamento
  • standard: 4.500 t
  • a pieno carico: 6.270 t
Lunghezza
  • tra le perpendicolari: 133 m
  • fuori tutto: 143 m
Larghezza16,5 m
Altezza10,5 m
PropulsioneCODAG:
  • 1 turbina a gas da 32 MW (GE LM2500+G4)
  • 2 motori diesel da 10 MW (MTU 20V 8000 M91L)
  • 2 motori elettrici reversibili da 1.35 MW
  • 4 diesel generatori da 1.6 MW generazione in bassa tensione: 690 V/60 Hz (**)
Velocità32 nodi (59,26 km/h)
Autonomia5 000 miglia a 15 nodi (9 260 km a 27,78 km/h)
Equipaggio173 (posti letto)
Armamento
Artiglieria1 cannone multiruolo Oto Melara da 127/64 mm
1 cannone multiruolo Oto Melara da 76/62 mm
2 mitragliere remotizzate Oto Melara Oerlikon KBA da 25 mm.
4 mitragliatrici da 12,7 mm
SiluriPPA Full: 2 lanciatori trinati per siluri MU90 (FFBNW)
MissiliPPA Full e Light+: 2 lanciatori a 8 celle DCNS SYLVER A50 VLS per 16 missili Aster 15, 30 e 30B1

PPA Full, Light+ e Light: 8 lanciatori per missili Teseo/Otomat Mk-2/E con gittata superiore ai 360 km e capacità di attacco a terra (FFBNW) [1][2]

Mezzi aerei2 elicotteri SH90 o 1 elicottero AW101
Note
Rampa di poppa con bacino per 1 RHIB da 11 metri
Capacità di carico fino a 8 container ISO 1C, per 120 t max complessive

dati tratti da[3][4][5]

voci di navi presenti su Wikipedia

I pattugliatori polivalenti d'altura (PPA) della classe Thaon di Revel[6] rappresentano il programma per una futura classe di unità navali multiruolo della Marina Militare, che sostituiranno le fregate classe Soldati e le corvette classe Minerva.

La nuova classe fa parte della legge navale 2014-2015 che prevede la suddivisione delle unità nelle seguenti tre diverse versioni:

- PPA Light: versione leggera, adatta al pattugliamento litoraneo ed al contrasto della criminalità in mare;

- PPA Light+: versione media, adatta sia al pattugliamento litoraneo che al supporto ed al combattimento;

- PPA Full: versione pesante, adatta al combattimento di prima linea.

Il piano prevede 16 unità, 7 delle quali sono state già commissionate. Altre 3 sono in opzione da esercitare entro maggio 2021, mentre ad ora è iniziata la costruzione delle prime cinque unità.

L'ordine delle prime 7 unità è così suddiviso: 2 PPA Light, 3 PPA Light+ e 2 PPA Full.

Classe[modifica | modifica wikitesto]

Nome Numero identificativo Versione Impostazione Varo Consegna
Paolo Thaon di Revel[7] Cantiere: 6261

distintivo ottico: P430

Light 9 maggio 2017 15 giugno 2019 Maggio 2021
Francesco Morosini Cantiere: 6262

distintivo ottico: P431

Light 16 febbraio 2018 22 maggio 2020 Maggio 2022
Raimondo Montecuccoli Cantiere: 6263

distintivo ottico: P432

Light+ 8 novembre 2018 Dicembre 2020 Gennaio 2023
Marcantonio Colonna Cantiere: 6264

distintivo ottico: P433

Full 28 agosto 2019 Settembre 2021 Aprile 2024
Giovanni delle Bande Nere Cantiere: 6265

distintivo ottico: P434

Light+ 26 giugno 2020 Ottobre 2024

PPA 6

6266 Light+ Agosto 2025

PPA 7

6267 Full Agosto 2026

PPA 8

Full In opzione

PPA 9

Light In opzione

PPA 10

Light+ In opzione

Progetto[modifica | modifica wikitesto]

Il Pattugliatore Polivalente d’Altura (PPA) rappresenta una tipologia di nave altamente flessibile con capacità di assolvere molteplici compiti che vanno dal pattugliamento al combattimento di prima linea. Sono perciò presenti tre versioni (Light, Light+ e Full).

Le prime due versioni, saranno velocemente convertibili nella versione più potente e pesantemente armata, grazie anche all'elevato grado di modularità delle unità.

Lo scafo presenta una forma innovativa, che insieme al nuovo rostro prodiero, punta ad ottimizzare la spinta idroninamica allo scopo di soddisfare requisiti prestazionali molto sfidanti, pur mantenendo un moderato impatto ambientale e garantendo l'economicità di gestione.

Le navi, presenteranno due zone ad alta modularità, una di centro nave e l'altra di poppa.

La prima, presenterà una gru Davit con 2 braccia, dispiegabile, per il trasporto, il lancio ed il recupero di imbarcazioni fino a 11m x 10t e una gru centrale per container fino a 20t. Questa zona infatti, presenterà una capacità di carico fino a 8 container ISO 1C, per 120t max complessive.

La seconda zona modulare invece, potrà fungere da bacino per mezzi delle forze speciali, da magazzino pallettizzato, da comparto sanitario, da comparto alloggi (30 posti + igiene) o come zone USV e ROV più cittadella di comando.

Adiacente a questa zona, sarà presente in modo predefinito, una rampa per il lancio ed il recupero di un veicolo anfibio di tipo RHIB di massimo 11 metri.

La zona plancia, presenta una moderna ed innovativa forma, molto simile a quella di un elmo, assicurando un ampio raggio di visibilità nonché un elevatissimo grado tecnologico, essendo in questa riuniti tutti i sistemi di controllo, di autodifesa ed attacco, navigazione e propulsione.

Armamento[modifica | modifica wikitesto]

L'armamento di base è comune a tutte e tre le versioni: sarà costituito da un cannone (a prua) OTO Melara 127/64 mm munito del nuovissimo munizionamento Vulcano e da un cannone (sull'aviorimessa di poppa) OTO Melara 76/62 mm, del tipo sovraponte, munito di munizionamento Davide/Strales con predisposizione per il Vulcano. Sempre sull'aviorimessa di poppa, troveranno posto 2 mitragliere remotizzate Oto Melara / Oerlikon KBA 25/80 mm e 2 lanciarazzi ODLS-20 per le contromisure AAW e ASW.

Le versioni Light+ e Full, potranno poi vantare un impianto missilistico di ultima generazione VLS Sylver per il lancio in verticale di 16 missili Aster 15, Aster 30 e Aster 30 B1NT. Tutte le versioni avranno la predisposizione per un sistema di 4 lanciatori binati per il lancio di 8 missili anti-nave e land attack OTOMAT TESEO Mk-2E.

Per quanto riguarda la capacità silurante sarà presente la predisposizione per 2 lanciatori trinati per MU-90 Impact e siluri da 324mm.

Importante infine, la presenza di un Hangar e un ponte di volo per 2 elicotteri NH90 o AgustaWestland AW101.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://www.airpressonline.it/33516/33516/
  2. ^ http://www.portaledifesa.it/index~phppag,3_id,2349.html
  3. ^ Approccio innovativo al progetto delle Navi del Programma di rinnovamento navale (PDF), su gsweek.it. URL consultato il 7 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2017).
  4. ^ Pattugliatori Polivalenti d'Altura, su fincantieri.com. URL consultato il 7 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 3 novembre 2017).
  5. ^ PPA: Pattugliatori Polivalenti d'Altura, su marina.difesa.it. URL consultato il 7 aprile 2018.
  6. ^ Il progetto PPA la classe Thaon di Revel "le Formula 1 del mare" (PDF), su marina.difesa.it. URL consultato il 23 aprile 2020.
  7. ^ http://www.occar.int/ppa-contract-amendment-no-2-signed?redirect=/programmes/ppa%23news

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina