Passo della Mauria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Passo della Mauria
Passo d. Mauria.JPG
StatoItalia Italia
RegioneVeneto Veneto
ProvinciaBelluno Belluno
Località collegateLorenzago di Cadore in Veneto
Forni di Sopra in Friuli-Venezia Giulia
Altitudine1 298 m s.l.m.
Coordinate46°27′18.72″N 12°30′47.88″E / 46.4552°N 12.5133°E46.4552; 12.5133Coordinate: 46°27′18.72″N 12°30′47.88″E / 46.4552°N 12.5133°E46.4552; 12.5133
InfrastrutturaStrada Statale 52 Italia.svg Carnica
Pendenza massima10%
Lunghezza9 km
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Passo della Mauria
Passo della Mauria

Il passo della Mauria (1298 m) è un valico alpino che mette in comunicazione il Veneto con il Friuli-Venezia Giulia, e più precisamente il paese di Lorenzago, in Cadore, con il paese di Forni di Sopra in Carnia. Il passo formato da doline imbutiformi scavate dalle acque si trova interamente entro il territorio di Lorenzago. Il valico si trova quindi in territorio veneto a poca distanza dal confine con la regione Friuli-Venezia Giulia.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Motociclisti in Mauria in prossimità delle sorgenti del Tagliamento

Dal punto di vista orografico il passo si trova nelle Alpi Carniche e della Gail e separa le Alpi Carniche (a nord) dalle Prealpi Carniche (a sud).

Nelle vicinanze del passo si trova la sorgente del fiume Tagliamento.

La strada è ricca di curve in contropendenza immerse nel verde paesaggio alpino ideale per i motociclisti d'estate, d'inverno nel versante cadorino si trova un impianto di sci da fondo illuminato. A metà strada, sempre nel versante cadorino in località Borbe è famoso il 4º Piano Festival nota Rassegna di gruppi musicali locali che si esibiscono nel mese di luglio.

Qualora il collegamento tra le autostrade A27 (Venezia - Belluno) ed A23 (Palmanova - Tarvisio) dovesse essere realizzato, il passo della Mauria verrebbe coinvolto. Il progetto potrebbe interferire con l'area protetta del Parco naturale delle Dolomiti Friulane e su quattro grandi siti di importanza comunitaria (SIC) e due zone di protezione speciale (ZPS) tra la Regione del Veneto e la Regione del Friuli[1].

Varie associazioni tra le quali il WWF e Mountain Wilderness Italia[2] si oppongono alla realizzazione dei vari tratti di autostrada.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Umberto di Savoia al Passo della Mauria il 23 agosto 1926

Il passo della Mauria fu, storicamente, un importantissimo valico alpino, infatti era una delle principali vie d'entrata e d'uscita dell'intero Cadore, la via di comunicazione con il Friuli. Poco sotto il passo (circa 20 km) è posto il passo della Morte, ove il 24 maggio 1848 diversi abitanti cadorini con i fornesi respinsero l'esercito austro-ungarico[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rispettivamente: SIC - IT3230080 Val Talagona – Gruppo Monte Cridola – Monte Duranno; SIC-IT3230031 Val TovanellaBosconero; SIC -IT3230085 Comelico – Bosco della Digola – Brentoni – Tudaio; SIC - IT3310001 Dolomiti Friulane; ZPS-IT3230089 Dolomiti del Cadore e del Comelico; ZPS-IT3311001 Dolomiti Friulane.
  2. ^ http://mountainwilderness.it/mw/news/displaynews.php?idnews=212[collegamento interrotto]
  3. ^ Antonio Ronzon, Il Cadore descritto - Tipografia Antonelli, Venezia 1877.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]