Pantaleone (nome)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Pantaleone è un nome proprio di persona italiano maschile[1][2][3][4][5][6].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Deriva dal nome greco Πανταλεων (Pantaleon), composto da παντός (pantos) o πάντα (panta), rispettivamente il genitivo e l'accusativo/nominativo di παν (pan, "tutto"), e λεων (leon, "leone")[2][3][4][6]. Il senso complessivo può essere interpretato come "del tutto leone", "forte/valoroso come un leone"[3][4][7] o "leone in ogni cosa"[5], significato analogo a quello del nome Leonardo[4]. Va notato che diversi nomi di origine greca sono formati secondo lo schema "παν + aggettivo", come ad esempio Pancrazio, Panfilo, Pandora e Panagiōtīs.

Questo nome venne portato da san Pantaleone, un medico dell'Anatolia, il cui culto, ben diffuso sia sia nell'Oriente cristiano, tanto quanto nell'Occidente, è sostanzialmente responsabile della diffusione del nome[3][4][6] e si riflette anche in un diversi toponimi in tutta Europa[4]. San Pantaleone è noto anche come Pantalemone o Pantaleimone, dal greco Παντελεημων (Panteleimon, latinizzato in Pantaleemon), dove il secondo elemento è sostituito da ελεημων (eleemon, "compassionevole")[7][8].

In Italia, il nome è diffuso maggiormente in Abruzzo e Calabria nella forma base, e in Puglia nella variante "Pantaleo"[3]. In passato era assai comune anche a Venezia, dove si trova l'antica chiesa di San Pantalon: il nome, nella forma vernacolare Pantalón, era talmente diffuso che diventò, tramite un processo deonomastico, sinonimo di "veneziano" e più tardi, quando la sua popolarità era ormai scemata, prese anche il senso di "sciocco", "uomo tardo", e per lo stesso motivo il nome venne attribuito alla celebre maschera della commedia dell'arte Pantalone; in Francia, il nome delle maschera passò ad indicare il tipo di vestito che indossava, detto pantalon, da cui sono nati, col tempi, gli odierni pantaloni[4][6].

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

L'onomastico si festeggia il 27 luglio in onore del già citato san Pantaleone, medico e martire a Nicomedia sotto Diocleziano o Massimiano, patrono dei medici e delle ostetriche, uno dei quattordici santi ausiliatori la cui intercessione veniva invocata nell'antichità per la guarigione da particolari malattie[4][5][7][9][10]. Con questo nome e nello stesso giorno si commemora anche san Pantaleone, martire assieme a Mauro e Sergio nel II secolo. Un altro santo con questo nome, martire in Abissinia, si festeggia inoltre il 3 ottobre[4].

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Variante Pantaleo[modifica | modifica wikitesto]

Altre varianti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Accademia della Crusca, p. 694.
  2. ^ a b c (EN) Pantaleon, su Behind the Name. URL consultato il 9 marzo 2019.
  3. ^ a b c d e f g h De Felice, pp. 64-65.
  4. ^ a b c d e f g h i j k l Tagliavini, pp. 242-244.
  5. ^ a b c Burgio, p. 281.
  6. ^ a b c d e f g h i La Stella T., p. 285.
  7. ^ a b c d e f Albaigès i Olivart, p. 197.
  8. ^ (EN) Panteleimon, su Behind the Name. URL consultato il 9 marzo 2019.
  9. ^ Sa Pantaleone, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 9 marzo 2019.
  10. ^ (EN) Saint Panteleon, su CatholicSaints.Info. URL consultato il 9 marzo 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi