Palazzo San Macuto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Palazzo San Macuto
Ubicazione
Stato Italia Italia
Regione Lazio
Località Roma
Indirizzo Piazza San Macuto
Coordinate 41°53′56.62″N 12°28′42.43″E / 41.89906°N 12.478454°E41.89906; 12.478454Coordinate: 41°53′56.62″N 12°28′42.43″E / 41.89906°N 12.478454°E41.89906; 12.478454
Informazioni
Condizioni In uso
Costruzione XVI secolo
Uso Sede di:
Realizzazione
Proprietario Stato italiano

Palazzo San Macuto è un palazzo sito in piazza San Macuto, a Roma, nel rione Pigna.

Nelle vicinanze si trova anche l'omonima chiesa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzo si trova nei luoghi, al centro di Roma, ove erano ubicati il Tempio di Minerva e un tempio egizio dedicato a Iside.

La sua prima edificazione risale alla metà del XVI secolo; un secolo più tardi divenne sede della Congregazione del Santo Uffizio, ospitando quindi l'Inquisizione, istituita da papa Paolo III.

Dal 1974 il palazzo è divenuto sede periferica della Camera dei deputati e adibito a sede della Biblioteca della Camera dei deputati; nell'ambito della costituzione del Polo bibliotecario parlamentare, si è ricostituita l'unità dell'insula Sapientiae in quanto si è riaperto il passaggio con l'attiguo edificio che ospita la biblioteca del Senato della Repubblica[1].

Attualmente il palazzo è sede delle commissioni di vigilanza Rai, dell'antimafia e del COPASIR.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Il 12 febbraio 2007 il presidente del Senato Franco Marini e il presidente della Camera dei Deputati Fausto Bertinotti hanno inaugurato il nuovo assetto comune delle due biblioteche parlamentari. E’ stata infatti aperta la porta che separa le due sedi contigue, quella del Senato a piazza della Minerva, e quella della Camera a via del Seminario. Il fatto ha una duplice valenza, simbolica e funzionale. L’“apertura della porta” è il punto di arrivo di un processo avviato con l’apertura al pubblico delle due biblioteche (nel 1988 la Camera, e nel 2003 il Senato), precedentemente situate (e in qualche modo “nascoste”) a Montecitorio e a palazzo Madama.": Il Polo bibliotecario parlamentare, in Le Carte e la Storia, n. 1/2007, giugno, pp. 104-112, ISSN: 1123-5624, Il Mulino