Onda su onda (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Onda su onda
Paese di produzione Italia
Anno 2016
Durata 102 min
Rapporto 2.35 : 1
Genere commedia
Regia Rocco Papaleo
Soggetto Rocco Papaleo, Valter Lupo e Federica Pontremoli
Sceneggiatura Rocco Papaleo, Valter Lupo e Federica Pontremoli
Casa di produzione Indiana Production Company, Less Is More Produzioni con il contributo del MiBACT
Distribuzione (Italia) Warner Bros. Italia
Fotografia Maura Morales Bergmann
Montaggio Christian Lombardi
Musiche Francesco Accardo, Rudy Pusateri
Scenografia Sonya Peng
Costumi Grazia Colombini
Interpreti e personaggi

Onda su onda è un film del 2016 diretto da Rocco Papaleo, alla sua terza regia dopo Basilicata Coast to Coast (2010) e Una piccola impresa meridionale (2013).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Gegè Cristofori, esuberante cantante di musica leggera da decenni in crisi economica e di popolarità, riceve un invito da una sedicente miliardaria sud americana, per ritornare in Uruguay a Montevideo dove circa trenta anni prima si era esibito con un certo successo. Non avendo il denaro sufficiente per acquistare il volo aereo, si imbarca come passeggero su di una nave Roll-on/roll-off della Grimaldi Lines.

La promessa di tenere un concerto, è l'occasione della sua vita visto che in Italia ormai è del tutto sconosciuto, e nessuna sua immagine compare su Internet. Sulla nave incontra Ruggero, cuoco solitario che non scende a terra da quattro anni essendo in crisi sentimentale dopo una penosa storia d'amore con una minorenne. Da subito scatta una istintiva antipatia: per fargli un dispetto chiude Gegè nella cella frigorifera. Questo incidente causa a Gegè un improvviso abbassamento della voce non curabile a bordo. Arrivati a Montevideo Gegè, accompagnato da Ruggero, viene visitato in ospedale e la prima diagnosi accerta un blocco delle corde vocali. Sentendosi responsabilie dall'accaduto, Ruggero finge con l'organizzazione di essere lui Gegè il cantante.

La miliardaria sudamericana è però in realtà produttrice di un programma televisivo che ricerca persone che si sono perse di vista. Gegè Cristofori infatti, trenta anni prima aveva avuto una notte d'amore con una ragazza, e ritornato subito in Italia, non aveva mai saputo che gli era nata una figlia, Gilda Mandarino. Gilda quindi crede che Ruggero sia suo padre, e quando egli, innamoratosene, cerca di baciarla, va in crisi temendo l'incesto. Nel frattempo Gegè Cristofori ancora una volta ricoverato presso l'ospedale, riceve la notizia di essere affetto da un tumore alla gola. Decide quindi di riconoscere la figlia, accetta comunque di partecipare allo spettacolo televisivo, dove canta in play back la sua canzone più famosa che riscuote un immediato successo.

Ruggero e Gilda, in visita al cimitero, depongono i fiori sulla tomba della madre di Gilda che ora accoglie anche le spoglie di Gegè Cristofori.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora è stata scritta dallo stesso Rocco Papaleo, da Arturo Valiante e da Francesco Kekko Montefiore. In particolare la canzone Buena Onda è di Rocco Papaleo,[1] mentre tra i "bonus track" della colonna sonora è la canzone Librame di Luz Cipriota e Dante Spinetta.[2]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film, tra l'Italia e l'Uruguay, sono cominciate nel luglio del 2015. I produttori sono Indiana Production Company e Less is more Produzioni.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche il 18 febbraio 2016 dalla Warner Bros.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema