Oliver Paasch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Oliver Paasch

Ministro presidente della Comunità germanofona del Belgio
In carica
Inizio mandato 30 giugno 2014
Vice capo del governo Isabelle Weykmans
Predecessore Karl-Heinz Lambertz
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico ProDG
Titolo di studio licenciato in giurisprudenza
Università Université catholique de Louvain

Oliver Paasch (Malmedy, 21 ottobre 1971) è un politico belga, Ministro presidente della Comunità germanofona del Belgio dal 2014.
Fondatore nel 2008 del partito ProDG, è membro del Parlamento della Comunità germanofona del Belgio dal 1997, mentre fa parte del governo dal 2004.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Oliver Paasch è il figlio maggiore di Lorenz Paasch, politico di spicco del PDB, partito attivo nella Comunità germanofona del Belgio. Studiò presso l'Università di Namur e l'Université catholique de Louvain, nella quale si laureò in giurisprudenza nel 1995. Dopo la laurea, e fino al 2003, lavorò in diversi istituti di credito belgi.

Sposato con Heike Verheggen, è padre di una coppia di gemelle[1].

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Il suo interesse per la politica iniziò a manifestarsi nel corso dei suoi studi presso l'università di Namur con la presidenza dell'associazione degli studenti universitari. Passato all'università cattolica di Ottignies-Louvain-la-Neuve, dal 1993 al 1994 fu presidente dell'associazione degli studenti germanofoni (Eumavia) e vice presidente dell'associazione degli studenti della Vallonia.

Nel 1994 fu tra i fondatori del movimento "Giovani per l'Europa" (ted. Jugend für Europa - Juropa), che partecipò a fianco al PDB alle elezioni per il parlamento della comunità germanofona. Nel 1997 entrò per la prima volta nel Parlamento della comunità e dopo le elezioni del 2004 assunse la carica di ministro per l'istruzione e la ricerca scientifica.

Nel 2008 fondò il partito ProDG, ufficiosamente prosecutore delle idee dei partiti regionalisti PJU e PDB, e mantenne la carica di segretario fino al 2013[2]. Alle elezioni regionali del 2009 il suo partito ottenne 4 dei 25 seggi al parlamento comunitario, e per la legislatura seguente ricoprì il ruolo di ministro dell'istruzione, della formazione e dell'occupazione.

Nelle elezioni successive del 2014 la ProDG guidò la coalizione con il Partito socialista e il Partito per la Libertà e il Progresso, portandola alla vittoria alle elezioni. Il 30 giugno 2014 assunse la carica di Ministro presidente della Comunità germanofona del Belgio, succedendo a Karl-Heinz Lambertz[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Oliver Paasch Vater von Zwillingen, Grenz-Echo. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  2. ^ (DE) Clemens Scholzen und Freddy Cremer neues ProDG-Tandem, Grenz-Echo. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  3. ^ (FR) L'"indépendantiste" Oliver Paasch, nouveau ministre-président germanophone, su levif.be. URL consultato l'11 dicembre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]