Oliver Paasch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Oliver Paasch
Europaforum Wachau-2019 1042.JPG

Ministro presidente della Comunità germanofona del Belgio
In carica
Inizio mandato 30 giugno 2014
Vice capo del governo Isabelle Weykmans
Predecessore Karl-Heinz Lambertz
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico ProDG
Titolo di studio licenciato in giurisprudenza
Università Université catholique de Louvain

Oliver Paasch (Malmedy, 21 ottobre 1971) è un politico belga, Ministro presidente della Comunità germanofona del Belgio dal 2014.
Fondatore nel 2008 del partito ProDG, è membro del Parlamento della Comunità germanofona del Belgio dal 1997, mentre fa parte del governo dal 2004.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Oliver Paasch è il figlio maggiore di Lorenz Paasch, politico di spicco del PDB, partito attivo nella Comunità germanofona del Belgio. Studiò presso l'Università di Namur e l'Université catholique de Louvain, nella quale si laureò in giurisprudenza nel 1995. Dopo la laurea, e fino al 2003, lavorò in diversi istituti di credito belgi.

Sposato con Heike Verheggen, è padre di una coppia di gemelle[1].

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Il suo interesse per la politica iniziò a manifestarsi nel corso dei suoi studi presso l'università di Namur con la presidenza dell'associazione degli studenti universitari. Passato all'università cattolica di Ottignies-Louvain-la-Neuve, dal 1993 al 1994 fu presidente dell'associazione degli studenti germanofoni (Eumavia) e vice presidente dell'associazione degli studenti della Vallonia.

Nel 1994 fu tra i fondatori del movimento "Giovani per l'Europa" (ted. Jugend für Europa - Juropa), che partecipò a fianco al PDB alle elezioni per il parlamento della comunità germanofona. Nel 1997 entrò per la prima volta nel Parlamento della comunità e dopo le elezioni del 2004 assunse la carica di ministro per l'istruzione e la ricerca scientifica.

Nel 2008 fondò il partito ProDG, ufficiosamente prosecutore delle idee dei partiti regionalisti PJU e PDB, e mantenne la carica di segretario fino al 2013[2]. Alle elezioni regionali del 2009 il suo partito ottenne 4 dei 25 seggi al parlamento comunitario, e per la legislatura seguente ricoprì il ruolo di ministro dell'istruzione, della formazione e dell'occupazione.

Nelle elezioni successive del 2014 la ProDG guidò la coalizione con il Partito socialista e il Partito per la Libertà e il Progresso, portandola alla vittoria alle elezioni. Il 30 giugno 2014 assunse la carica di Ministro presidente della Comunità germanofona del Belgio, succedendo a Karl-Heinz Lambertz[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Oliver Paasch Vater von Zwillingen, Grenz-Echo. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  2. ^ (DE) Clemens Scholzen und Freddy Cremer neues ProDG-Tandem, Grenz-Echo. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  3. ^ (FR) L'"indépendantiste" Oliver Paasch, nouveau ministre-président germanophone, su levif.be. URL consultato l'11 dicembre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]