Nora Barnacle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nora Barnacle (Galway, 21 marzo 1884Zurigo, 10 aprile 1951) fu l'amante, la compagna e infine la moglie dello scrittore James Joyce.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Incontratisi il 10 giugno 1904, la loro relazione sentimentale iniziò il successivo 16 giugno. Quest'ultima data venne poi scelta da Joyce per collocarvi la giornata del romanzo Ulisse (Ulysses), e diverrà successivamente famosa e celebrata in tutto il mondo come "Il giorno di Bloom". Ad oggi rimane oggetto di acceso dibattito la vera natura dell'incontro tra la Barnacle e Joyce: alcuni asseriscono che Nora fosse in cerca di un'avventura a sfondo erotico, altri sostengono, invece, che l'appuntamento fu casto. È verosimile che la questione non sarà mai risolta in un senso o nell'altro.

Sul finire del 1904, la Barnacle e Joyce lasciarono l'Irlanda alla volta dell'Europa continentale, accasandosi infine a Trieste il 20 ottobre 1904[1]. Nora ebbe due figli da Joyce: Giorgio (Trieste, 27 luglio 1905 - Costanza, 12 giugno 1976) e Lucia Anna (Trieste, 26 luglio 1907 - Northampton, 12 agosto 1982). Nora sposò Joyce il 4 luglio 1931. Nora Barnacle morì a Zurigo il 10 aprile 1951.

Una lettera a sfondo erotico indirizzatale da Joyce nell'inverno del 1909 è stata venduta all'asta da Sotheby's nel 2004 per la cifra di 360.000 euro.

Nei media[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1988 Brenda Maddox scrisse la sua biografia (intitolata Nora), a sua volta tradotta, nel 2000, in un film con protagonisti Susan Lynch ed Ewan McGregor.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Renzo S. Crivelli, "James Joyce. Itinerari triestini", MGS Press, 2014..

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN50023168 · ISNI (EN0000 0000 2706 2499 · LCCN (ENn83010690 · GND (DE118864289 · BNF (FRcb12084503g (data) · BNE (ESXX983420 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n83010690