Nobili Torino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nobili Torino
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Giallo-Arancio (Strisce).png
Dati societari
Città Torino
Nazione Italia Italia
Confederazione /
Federazione Flag of None.svg
Fondazione 1889
Scioglimento 1891
Presidente Luigi Amedeo di Savoia-Aosta
Stadio Parco del Valentino
( posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il Nobili Torino è stata una società calcistica italiana, con sede a Torino.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Nobili Torino venne fondato nel 1889 per volontà di Luigi Amedeo di Savoia-Aosta[1], futuro duca degli Abruzzi, che ebbe possibilità di conoscere il football in America durante un viaggio a bordo dell'Amerigo Vespucci, nave su cui era imbarcato come guardiamarina. Per fondazione risulta la seconda squadra più antica d'Italia, successiva solo al Torino Football & Cricket Club, nato nel 1887.[1]

Era formata da rappresentanti della nobiltà cittadina, guidati dal già citato Luigi Amedeo di Savoia-Aosta e da Alfonso Ferrero di Ventimiglia.[2]

L'attività calcistica era limitata a derby ante-litteram contro il Torino Football & Cricket Club.[2]

Nel 1891 si fuse con il Torino Football & Cricket Club per dare vita all'Internazionale Torino, di cui Luigi Amedeo di Savoia-Aosta divenne presidente.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c [1] Comune.torino.it
  2. ^ a b [2] Calciatori.com

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Franco Ossola, Renato Tavella, Cento anni di calcio italiano, Newton & Compton Editori, 1997.
  • Pablo Dell'Osa, "Il principe esploratore. Luigi Amedeo di Savoia duca degli Abruzzi", Mursia, Milano 2010

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]