Niccolite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Niccolite
Nickeline.jpg
Classificazione Strunz2.CC.05[1]
Formula chimicaNiAs
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallinodimetrico
Sistema cristallinoesagonale
Gruppo puntuale6/m 2/m 2/m
Gruppo spazialeP 63/mmc
Proprietà fisiche
Densità7,78 g/cm³
Fratturaconcoide
Colorebronzo-rosato
Lucentezzametallica
Opacitàopaca
Diffusionerarissimo
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La niccolite è un minerale, appartenente al gruppo omonimo, composto di arsenico e nichel e piccole quantità di cobalto, antimonio, ferro e zolfo.[2] Il nome deriva dal latino scientifico Niccolum ossia "nichel".

Importanti giacimenti si possono trovare in Sassonia, Scozia e Canada [2]

È conosciuta anche con i nomi nichelite e nichelina; di basso uso sono le forme nickelite e nickelina.

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

I cristalli, molto rari, sono tabulari o piramidali tozzi; di solito si presenta in masse compatte di colore bronzo-rosato, spesso con patine scure o verde chiaro, se alterata superficialmente in annabergite.

Proprietà fisiche[modifica | modifica wikitesto]

dura, molto pesante, fragile, non sfalda ma dà una struttura concoide; opaca con lucentezza metallica; ha una polvere nero-brunastra, è solubile in acido nitrico, la cui soluzione colora di verde; facilmente fusibile con forti odori. la sua densità è di circa 7,78.

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

Ambiente di formazione in filoni idrotermali di alta temperatura, spesso in associazione con solfuri di argento, nichel o cobalto.

Località[modifica | modifica wikitesto]

Rari cristallini a Richeldsdorf (Germania); grandi masse a La Rioja (Argentina), nel Siegerland (Germania); filoni a Cobalt (Canada); molti filoni di Niccolite si trovano a Natsume (Giappone); in Italia qualche traccia in Valsassina, Como e in Sardegna.[3]Importanti giacimenti si possono anche trovare in Sassonia e Scozia [2]

Usi[modifica | modifica wikitesto]

la Niccolite è utilizzata per l'estrazione del nichel

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Nickeline mineral information and data - mindat.org, su mindat.org. URL consultato il 22 agosto 2013.
  2. ^ a b c Grande enciclopedia universale delle lettere, delle scienze, delle arti / diretta da Armando Curcio - Milano Roma
  3. ^ Minerali e rocce, Mondadori, p. 22.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia