Neustria (Longobardi)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La Neustria era, secondo la nomenclatura geografica altomedievale, la porzione occidentale della Langobardia Maior, la parte centro-settentrionale del Regno longobardo, estesa dall'Adda alle Alpi occidentali e opposta all'Austria. La bipartizione, delineatasi nel corso del VII secolo, non aveva solo valenza territoriale, ma implicava anche differenze politiche e culturali di rilievo.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La Neustria comprendeva i ducati nord-occidentali del Regno longobardo; tra essi, un ruolo preminente era rivestito da:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I ducati della Neustria furono a lungo i più fedeli alla dinastia Bavarese, accettandone tanto l'ispirazione filo-cattolica quanto la conseguente politica di pacificazione dell'Italia, senza ulteriori tentativi di espansione ai danni dei Bizantini e del papa. Nell'VIII secolo, tuttavia, la conversione generalizzata dei Longobardi al cattolicesimo smussò i punti di opposizione tra Austria e Neustria, anche grazie a una ripresa dell'espansionismo ai danni dei Bizantini con il cattolico e neustriano Liutprando (re dal 712).

Dopo la caduta del regno longobardo, nel 774, la Langobardia Maior ricadde interamente sotto il dominio dei Franchi. La sua struttura politico-amministrativa non venne tuttavia stravolta; al posto dei duchi furono insediati dei conti, franchi ma anche longobardi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura storiografica[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Longobardi Portale Longobardi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Longobardi