Naviglio Langosco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Naviglio Langosco
NaviglioLangosco.jpg
La chiusa da cui si origina il naviglio Langosco
StatoItalia Italia
RegioniPiemonte Piemonte
Lombardia Lombardia
Lunghezza23 km
Portata media20 m³/s
NasceDeriva le sue acque dal Ticino a nord del Ponte di Turbigo, in territorio di Cameri
45°32′26.27″N 8°42′41.38″E / 45.54063°N 8.711495°E45.54063; 8.711495
Sfociatermina nelle campagne di Tromello
45°11′59.23″N 8°50′52.11″E / 45.199786°N 8.847808°E45.199786; 8.847808Coordinate: 45°11′59.23″N 8°50′52.11″E / 45.199786°N 8.847808°E45.199786; 8.847808
Il canale a Romentino in autunno

Il naviglio Langosco è un canale alimentato dal fiume Ticino. La sua funzione è quella di irrigare le campagne del Novarese e della Lomellina. Fu realizzato, nel XVII secolo per volontà del conte Guido Langosco. I lavori per lo scavo del canale, progettato dall'ingegner Pietro Antonio Barca, iniziarono nel 1613 e si conclusero nel 1665.

Il canale inizia il suo corso, in Provincia di Novara, a nord del Ponte di Turbigo, in seguito scorre nei territori di Galliate, Romentino, Trecate e Cerano. Successivamente abbandona il Piemonte ed entra in Lombardia, bagnando Cassolnovo, Vigevano (dove sovrappassa il torrente Terdoppio) e Gambolò. Termina nei pressi della Cascina Montagione nel comune di Tromello.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia