Nachtschlachtgruppe 9

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nachtschlachtgruppe 9
NSG9.jpg
Specialisti su Ju-87D (Italia Settentrionale 1944)
Descrizione generale
Attiva1943 - 1945
NazioneGermania Germania
ServizioLuftwaffe
TipoGruppo di bombardamento notturno
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

Il Nachtschlachtgruppe 9 (NSG 9) fu un'unità di attacco al suolo della Luftwaffe formata verso la fine del 1943 nel teatro italiano per disturbare con bombardamenti notturni le azioni alleate e le formazioni partigiane. Questa tattica era già stata sperimentata con successo dai sovietici sul fronte russo pur con l'impiego di velivoli obsoleti durante l'inverno 1941-1942.

Trasferita in Italia l'unità iniziò ad operare con i velivoli italiani C.R.42 e Caproni Ca.314 mentre dal gennaio 1944 cominciò l'addestramento sui più lenti ma affidabili Junkers Ju 87 Stuka.

Il battesimo del fuoco avvenne sul fronte di Anzio e nell'estate del 1944 il Gruppo operò dai campi dell'Italia Settentrionale. Dal libro di Beale (Nick Beale, “Ghost Bombers, the Moonlight War of NSG 9: Luftwaffe Night Attack Operations from Anzio to the Alps”) risulta che l’NSG 9 operò dall'Aeroporto di Ferrara-San Luca e dall'Aeroporto di Poggio Renatico nei mesi di agosto e settembre del 1944 a difesa della Linea Gotica. Dal settembre 1944, a causa dell'avanzata del fronte, operò dalle basi di Ghedi, Villafranca di Verona e Bovolone.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Velivoli e spostamenti del NsGr. 9