Museo ebraico di Bologna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Museo ebraico di Bologna
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàPalazzo Pannolini
IndirizzoVia Valdonica 1/5, 40121 Bologna
Coordinate44°29′45.23″N 11°20′52.57″E / 44.495897°N 11.347936°E44.495897; 11.347936Coordinate: 44°29′45.23″N 11°20′52.57″E / 44.495897°N 11.347936°E44.495897; 11.347936
Caratteristiche
Tipoebraismo
Sito web e Sito web

Il museo ebraico di Bologna ha sede in via Valdonica 1/5, nel centro di Bologna, nell'area dell'antico ghetto.

Inaugurato il 9 maggio 1999, il Museo è gestito da una apposita Fondazione, promossa dal Comune di Bologna, dalla comunità ebraica di Bologna, dall'Associazione Amici del Museo e sostenuta dalla Provincia di Bologna (diventata Città Metropolitana), dalla Regione Emilia-Romagna e dall'Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna.

È diviso in tre sezioni:

  1. un museo permanente che delinea la storia millenaria degli ebrei dall'antichità fino all'epoca contemporanea, con particolare riferimento alla loro presenza a Bologna e in Emilia-Romagna;
  1. uno spazio per mostre temporanee, incontri, dibattiti e attività didattiche per i bambini, inclusa dal 2001 una libreria;
  1. un centro di documentazione che comprende una biblioteca specializzata di oltre 2000 volumi e postazioni informatiche per il pubblico dei visitatori.

Il museo, che nel 2000 è stato premiato dell'Associazione Design Industriale come miglior allestimento museale per la comunicazione del 1999, ha una specifica vocazione didattica ed informativa. Durante tutto il corso dell'anno, e specialmente in connessione con il Giorno della memoria a gennaio e la Giornata Europea della Cultura Ebraica a settembre, offre un intenso calendario di incontri, conferenze, presentazioni di libri, concerti, e visite guidate. Il museo promuove anche la pubblicazione di libri sulla storia degli ebrei e sul patrimonio artistico e culturale ebraico in Emilia-Romagna.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN127633662 · ISNI (EN0000 0001 2154 4718 · LCCN (ENn2003051083 · WorldCat Identities (ENlccn-n2003051083