Muriel Barbery

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Muriel Barbery

Muriel Barbery (Bayeux, 28 maggio 1969) è una scrittrice francese.

Allieva dell'École Normale Supérieure è stata docente di filosofia presso un Institut universitaire de formation des maîtres (Istituto universitario di formazione degli insegnanti).

Il suo secondo romanzo L'Élégance du hérisson (L'eleganza del riccio) è stato una delle sorprese editoriali del 2006 in Francia: ha infatti avuto ben 50 ristampe ed ha venduto oltre 2 milioni di copie[1], occupando il primo posto nella classifica delle vendite per trenta settimane.[2] Al 2011, il romanzo ha venduto oltre 5 milioni di copie in tutto il mondo.

L'edizione italiana, forte di oltre 1.700.000 copie vendute grazie al passaparola dei lettori, ha raggiunto, nel febbraio 2008, il primo posto nella classifica generale dei libri.

A seguito di questo successo, nel 2008 è stato ripubblicato in Italia il suo primo romanzo Une gourmandise (Estasi Culinarie), uscito in Francia nel 2000.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Une gourmandise, Gallimard, 2000, 145 p. - ISBN 2-07-075869-9 ("Estasi culinarie", Edizioni e/o, 2008, ISBN 88-7641-839-3, traduzione di Emanuelle Caillat e Cinzia Poli, precedentemente edito come Una golosità, Garzanti, 2001, 123 p. - ISBN 88-11-66481-0). Premio per il miglior libro di letteratura gastronomica, Prix Bacchus-BSN.
  • L'Élégance du hérisson, Gallimard, 2006, 359 p. - ISBN 2-07-078093-7 (L'eleganza del riccio, Edizioni e/o, 2007, 384 p. - ISBN 88-7641-796-6, traduzione di Emanuelle Caillat e Cinzia Poli) vincitore di diversi premi, tra i quali il Premio Georges Brassens 2006, il Premio Rotary International, il Prix des Libraires assegnato dalle librerie francesi.
  • "Vita degli Elfi" edito il 21 gennaio 2016. Diventato rapidamente un Best-seller, è stato recensito positivamente dai giornali francesi "Le Parisien" e "La Vie" definendolo come un romanzo affascinante e con personaggi accattivanti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le Monde n° 19497 del 1º ottobre 2007
  2. ^ "Marianne" n° 528, 2 giugno 2007, p. 76

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN64172549 · LCCN: (ENnr2001003728 · SBN: IT\ICCU\TO0V\389728 · ISNI: (EN0000 0000 7824 9472 · GND: (DE123280710 · BNF: (FRcb13565994j (data)