Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Moshe Katsav

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Moshe Katsav
Moshe Katsav, by Amir Gilad.JPG

Presidente di Israele
Durata mandato 1º agosto 2000 –
1º luglio 2007
Capo del governo Ehud Barak
Ariel Sharon
Predecessore Ezer Weizman
Successore Shimon Peres

Dati generali
Partito politico Likud
Università Università Ebraica di Gerusalemme

Moshe Katsav (in ebraico משה קצב; in farsi موسی قصاب; Yazd, 5 dicembre 1945) è un politico iraniano naturalizzato israeliano.

Moshe Katsav emigrò in Israele con la sua famiglia nel 1951. Maggiore di otto figli, è cresciuto nella tendopoli per immigrati (più tardi divenuta città) di Kiryat Malachi. Diplomatosi nella scuola agricola di Ben-Shemen a Tuvia, dopo il servizio militare nelle forze di difesa israeliane (IDF), ha conseguito una laurea in economia e in storia presso l'Università Ebraica di Gerusalemme.

Nominato presidente del "Young B'nai Brith" a Kiryat Malachi, ha scritto giornalmente per il quotidiano "Yediot Aharonot". È stato presidente del consiglio degli studenti del Likud all'Università Ebraica e fu inizialmente eletto sindaco di Kiryat Malachi nel 1969 diventando in tal mondo il più giovane sindaco di Israele (aveva appena ventiquattro anni). È stato eletto primo cittadino di Kiryat Malachi anche dal 1974 al 1981.

Moshe Katsav è diventato membro della Knesset nel 1977. Da quell'anno fino al 1981 è stato membro della commissione della Knesset per gli affari interni e l'ambiente e della commissione per la formazione e la cultura. Inoltre è stato presidente del gruppo della Knesset per le città sviluppate.

Katsav in seguito è stato ministro delegato per gli alloggi e le costruzioni (dal 1981 al 1984), Ministro del lavoro e degli affari sociali (dal 1984 al 1988) e Ministro dei trasporti (dal 1988 al 1992). Nella tredicesima Knesset (dal 1992 al 1996) è diventato capogruppo del Likud al Parlamento e membro del comitato centrale della Knesset e capo della lega parlamentare di amicizia Israele-Cina.

Moshe Katsav è stato ministro del turismo e primo ministro delegato dal giugno 1996 al luglio 1999. Inoltre è stato ministro incaricato degli affari arabo-israeliani. È stato rieletto alla quindicesima Knesset nel mese di maggio 1999. Sposato con cinque figli, il 1º agosto 2000, Moshe Katsav è stato eletto ottavo presidente dello Stato di Israele. Attualmente è al centro di una bufera politica dopo essere stato accusato dalla polizia di violenze sessuali, intercettazioni illegali e frodi: proprio a causa di ciò il 24 gennaio del 2007 ha deciso di autosospendersi dall'incarico di presidente[1]. Il 13 giugno 2007 al suo posto è stato eletto presidente Shimon Peres.

Nel marzo del 2009 Moshe Katsav viene incriminato da Israele di ripetuti abusi sessuali e in un caso di stupro. Le accuse riguardano sia il periodo in cui era Ministro del Turismo (1988 - 1999), sia quando era presidente. Decisiva la testimonianza di alcune sue collaboratrici[2]. Nel dicembre 2010 viene riconosciuto colpevole[3]. Nel marzo del 2011, il tribunale distrettuale di Tel Aviv lo condanna a 7 anni di carcere per stupro con la possibilità di ottenere una riduzione di pena pari a due anni sotto condizionale e pagamento di 100 000 Shekel (20 000 euro). Katsav si dichiara tuttavia innocente e fa sapere che farà ricorso alla Corte Suprema[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ da La Repubblica
  2. ^ La Repubblica, 8 marzo 2009
  3. ^ La Repubblica, 30 dicembre 2010
  4. ^ Ansa.it, 22 marzo 2011
Predecessore Presidente d'Israele Successore Presidential Standard of Israel.svg
Ezer Weizman 2000-2007 Shimon Peres
dopo l'interim di Dalia Itzik

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN46328613 · LCCN: (ENno92022276 · GND: (DE130466247 · BNF: (FRcb165850717 (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie