Monte Penello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monte Penello
Monte Penello 01.JPG
Il Monte Penello visto dalla ex strada militare proveniente dai Piani di Praglia
StatoItalia Italia
RegioneLiguria Liguria
ProvinciaGenova Genova
Altezza999 m s.l.m.
Prominenza26 m
CatenaAppennino ligure
Coordinate44°28′50″N 8°48′00″E / 44.480556°N 8.8°E44.480556; 8.8
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Monte Penello
Monte Penello

Il Monte Penello è un rilievo dell'Appennino ligure che si trova nell'entroterra di Pra', quartiere del ponente di Genova; con i suoi contrafforti, domina la val Varenna e i quartieri genovesi di Pegli e Pra'.[1]

Geologia[modifica | modifica wikitesto]

Geologicamente è costituito da rocce ultrafemiche del Gruppo di Voltri (ofioliti a metamorfismo alpino, costituite prevalentemente da serpentini e serpentinoscisti), mentre, dal punto di vista morfologico, più che di una vera e propria montagna, con una vetta ben definita, si tratta di un altopiano orientato in direzione nord-sud, relativamente ampio e caratterizzato da fianchi scoscesi e a tratti decisamente rocciosi.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il monte Penello costituisce il culmine del crinale che distaccandosi dallo spartiacque ligure-padano delimita a ponente la val Varenna. Questo contrafforte, dall'aspetto impervio e selvaggio, nella parte medio-alta si mantiene costantemente ad un'altitudine superiore ai 900 m, arrivando a sfiorare i mille metri, a soli 6  km dal mare.[2][3] Questo sistema montuoso, localmente chiamato "Scaggia", termine che richiama l'alternanza di rocce e praterie tipica di quest'area[4], costituisce un ambiente di notevole interesse dal punto di vista paesaggistico e naturalistico, caratterizzato da ampie praterie punteggiate da affioramenti rocciosi e del tutto privo di insediamenti umani ed è inserito con l'intero versante destro della val Varenna nel Sito di interesse comunitario (SIC) IT1331501 "Praglia-Pracaban-Monte Leco-Punta Martin".[5]

L'altopiano del Penello è collocato in prossimità dello spartiacque principale dell'Appennino che ne costituisce il bordo settentrionale; lungo il margine nord si trovano anche le due aree altimetricamente più elevate del pianoro sommitale, ossia il monte Penello vero e proprio (995 m s.l.m.[6]) e la Piazza (999 m s.l.m.), mentre in direzione sud, l'altopiano è delimitato dal monte Fontana Buona (964 m s.l.m.).

Panoramica del monte Penello con la punta Martin (sulla destra dell'immagine)

Dall'altopiano sommitale del Penello si sviluppano alcune dorsali secondarie, come quella che separa la valle del torrente Leira da quella del Branega e quella che delimita, ad est, la val Varenna. Dai fianchi del Penello si staccano anche le cime rocciose di Punta Martin (1001 m s.l.m.) e di Pria Lunga (723 m s.l.m.) ad ovest, collocate nel bacino imbrifero del torrente Leira e, ad est, la cima rocciosa di Punta del Corno (852 m s.l.m.) che domina invece i valloni del Rio Gandolfi e del Rio Cantalupo, nel bacino del torrente Varenna.

In direzione nord il Penello è collegato alla dorsale principale dell'Appennino, in corrispondenza della Colla di Praglia (879 m), attraverso le cime dei monti Foscallo (988 m s.l.m.), Sejeu (962 m s.l.m.) e Proratado (928 m s.l.m.) che separano la Valle Stura dall'alta val Varenna e dall'alta val Polcevera.

Escursionismo[modifica | modifica wikitesto]

Per la sua posizione panoramica al culmine di un contrafforte appenninico tra la costa e lo spartiacque ligure-padano e la facilità di accesso il monte Penello è molto frequentato in ogni stagione dagli escursionisti, soprattutto genovesi.

Dalla cima la vista spazia sul mare, la sottostante val Varenna, il santuario di N.S della Guardia, i quartieri genovesi del ponente e in lontananza Genova, il monte Fasce e il monte di Portofino. Verso ponente si scorge la vicina punta Martin, altra frequentata meta escursionistica, che può essere raggiunta dal monte Penello con una breve deviazione.

Itinerari[modifica | modifica wikitesto]

Diversi percorsi dai vari versanti portano al culmine di questo altopiano.[1][4]

  • Colla di Praglia - Monte Penello (E) (itinerario compreso nella tappa Colla di Praglia - Passo del Turchino dell'Alta Via dei Monti Liguri)[7]
  • San Carlo di Cese - Colle Gandolfi - Monte Penello (E)[8][9]
  • San Carlo di Cese - Punta del Corno - Monte Pennello (E)
  • Pegli - Punta Martin (E)[10]
  • Passo del Turchino - Monte Penello (E) (itinerario compreso nella tappa Colla di Praglia - Passo del Turchino dell'Alta Via dei Monti Liguri)[9]

Rifugi[modifica | modifica wikitesto]

18 ottobre 2015: inaugurazione del bivacco Bellani

Nei pressi della cima del monte si trovano due piccoli bivacchi del CAI di Genova-Sestri Ponente, il "Bivacco Gian Battista Zucchelli-Nico Bruzzone", noto semplicemente come "bivacco Zucchelli", e il bivacco "Arnaldo Bellani".

I due piccoli edifici sono ricavati da postazioni militari della seconda guerra mondiale. Il rifugio Zucchelli, che versava in stato di degrado, è stato riaperto nel 2018 dopo una ristrutturazione condotta da volontari della Sottosezione CAI – ULE di Sestri Ponente che lo hanno restituito alla fruizione degli escursionisti che frequentano la zona. Il bivacco è dotato di sei posti letto in brande ribaltabili, una stufa e un tavolo con panche, ma non dispone di acqua.[11][12] [13]

Il bivacco Bellani, ristrutturato nel 2015, funge da struttura d'emergenza, in quanto è sprovvisto di veri e propri posti letto ma dispone di due panche che possono essere utilizzate come posti letto per un massimo di quattro persone, tavolo e stufa.[14][15]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Monte Penello e Punta Martìn, su montiliguri.weebly.com.
  2. ^ Torrente Varenna - Piano di bacino stralcio per la tutela dal rischio idrogeologico – Relazione generale Archiviato il 22 dicembre 2015 in Internet Archive., provincia di Genova, 2014
  3. ^ Studio relativo alla disponibilità idrica dei corpi idrici non significativi ricadenti nel versante ligure. Il bacino del torrente Varenna Archiviato il 22 dicembre 2015 in Internet Archive., provincia di Genova, 2008
  4. ^ a b La Val Varenna su appenninotrekking.blogspot.it Archiviato il 5 gennaio 2016 in Internet Archive.
  5. ^ AA.VV., SIC IT 1331501 Praglia - Pracaban - Monte Leco - Punta Martin (PDF), in Piano Urbanistico del Comune di Genova - Studio di incidenza, Comune di Genova, pp. 63-71. URL consultato l'11 gennaio 2022.
  6. ^ Istituto Geografico Centrale - Carta dei sentieri 1:50.000 n. 16 Genova - Varazze -Ovada
  7. ^ Al Monte Penello dal Colle di Praglia, su passeggiareinliguria.it.
  8. ^ Pedestribus - Otto itinerari escursionistici comodamente raggiungibili dalla rete AMT (PDF), su visitgenoa.it.
  9. ^ a b Tra i monti del Genovesato - Monte Penello, su visitgenoa.it.
  10. ^ Escursione Pegli-Monte Penello: Genova dall’alto tra panorami e curiosità, su ilcappellinoerrante.it.
  11. ^ Bivacco G. B. Zucchelli - Bruzzone, su Sentiero Italia CAI. URL consultato il 6 gennaio 2022.
  12. ^ Aperto il bivacco Zucchelli-Bruzzone sul Monte Penello dopo i lavori di ristrutturazione dei volontari, su supratutto.it.
  13. ^ 18 novembre 2018: inaugurazione nuovo bivacco Zucchelli - Bruzzone, su caisestri.com.
  14. ^ Il bivacco Arnaldo Bellani, su caisestri.com.
  15. ^ Alta Via dei Monti Liguri - Bivacco Arnaldo Bellani, su cailiguria.it. URL consultato il 6 gennaio 2022.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]