Montabaur

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Montabaur
Città, apparten. a una Verbandsgemeinde
Montabaur – Stemma
Montabaur – Veduta
Localizzazione
Stato Germania Germania
Land Flag of Rhineland-Palatinate.svg Renania-Palatinato
Distretto Non presente
Circondario Westerwaldkreis
Territorio
Coordinate 50°26′N 7°50′E / 50.433333°N 7.833333°E50.433333; 7.833333 (Montabaur)Coordinate: 50°26′N 7°50′E / 50.433333°N 7.833333°E50.433333; 7.833333 (Montabaur)
Altitudine 230 m s.l.m.
Superficie 33,61 km²
Abitanti 12 447 (31-12-2009)
Densità 370,34 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 56410
Prefisso 02602
Fuso orario UTC+1
Codice Destatis 07 1 43 048
Targa WW
Cartografia
Mappa di localizzazione: Germania
Montabaur
Montabaur
Montabaur – Mappa
Sito istituzionale

Montabaur è una città di 12.447 abitanti della Renania-Palatinato, in Germania.

È capoluogo del circondario (Landkreis) Westerwaldkreis (targa WW) e della comunità amministrativa (Verbandsgemeinde) omonima.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Una delle attrazioni della città è il Castello di Montabaur dal caratteristico colore giallo. Le sue origini risalgono al 959 quando era conosciuto col nome di "Castellum Humbacense".[1]

Castello di Montabaur

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Suddivisione amministrativa[modifica | modifica wikitesto]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La stazione ferroviaria di Montabaur è sulla Linea ad alta velocità Colonia-Francoforte. La città è servita dall'autostrada A 3 e dalle Bundesstraße B 49 e B 255.

Persone legate a Montabaur[modifica | modifica wikitesto]

  • È la città natale e in cui risiedeva con la famiglia il copilota del volo 9525 operato dalla Germanwings Andreas Guenter Lubitz, schiantatosi sulle montagne delle Alpi Francesi, nella tratta da Barcellona a Dusseldorf, il 24 marzo 2015.

Gemellaggi[2][modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN129069299 · GND: (DE4040123-6