Mikulin AM-38

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mikulin AM-38
Mikulin AM-38F.jpg
Un Mikulin AM-38F esposto al
museo dell'aviazione di Košice, Slovacchia
Descrizione
Costruttore URSS OKB Mikulin
Tipo motore a V di 60°
Numero di cilindri 12
Raffreddamento a liquido
Alimentazione carburatore
Compressore centrifugo a singolo stadio
Dimensioni
Cilindrata 45,842 L
Alesaggio 160 mm
Corsa 190 mm
Rapporto di riduzione 0,732
Rap. di compressione 6,0:1
Peso
A vuoto 880 kg
Prestazioni
Potenza 1 700 hp (1 270 kW) a 2 350 giri/min
Potenza specifica 27,2 kW/L
Rapporto peso-potenza 1,53 kW/kg
Note
dati riferiti alla versione AM-38F
voci di motori presenti su Wikipedia

Il Mikulin AM-38, citato anche come M-38, era un motore aeronautico 12 cilindri a V di 60° raffreddato a liquido progettato dall'OKB 34 diretto da Aleksandr Aleksandrovič Mikulin e sviluppato in Unione Sovietica negli anni quaranta.

Sviluppato dal precedente AM-34 è stato uno dei più importanti motori aeronautici utilizzati dalla Sovetskie Voenno-vozdušnye sily, l'aeronautica sovietica, nel periodo della seconda guerra mondiale.

Versioni[modifica | modifica sorgente]

AM-38F
Versione da bassa quota, specificatamente adottata dalla versione biposto degli Šturmovik, caratterizzata da un dispositivo atto ad aumentare di 100 CV la potenza in fase di decollo, utilizzabile anche per non meno di 10 minuti come forsazh (potenza di combattimento) in caso di necessità alla quota di 1 500 m.

Apparecchi utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

URSS URSS

Note[modifica | modifica sorgente]


Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (RU) A. N. Medved', D. B. Chacanov, M. A. Maslov, Istrebitel' MiG-3 (caccia MiG-3). Rusavia, 2003. ISBN 5-900078-24-8.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]