Tumanskij RD-9

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tumanskij RD-9
Tumansky RD-9B 1.jpg
Un Tumanskij RD-9B esposto presso il
Museo dell'aviazione polacca, Cracovia, Polonia
Descrizione
Costruttore OKB Tumanskij (OKB-300)
Tipo turbogetto con postbruciatore
Compressore assiale
Dimensioni
Lunghezza 5,56 m
Altezza 950 mm
Diametro 670 mm
Peso
A vuoto 725 kg
Prestazioni
Spinta 3 000 kgf (6 600 lbf, 29 kN)
3 750 kgf (8 300 lbf, 37 kN) con postbruciatore
Consumo specifico 104 kg/(h·kN) (1.02 lb/(h·lbf))
169 kg/(h·kN) (1.66 lb/(h·lbf)) con postbruciatore
Rapporto peso-potenza 50,8 N/kg (5,2:1)
Note
dati riferiti alla versione RD-9BF-811
voci di motori presenti su Wikipedia


Il Tumanskij RD-9 (in cirillico Туманский РД-9), precedentemente denominato Mikulin AM-9 (Микулин АМ-9), era un motore aeronautico turbogetto di produzione sovietica progettato negli anni cinquanta dall'ufficio tecnico (OKB) affidato ad Aleksandr Aleksandrovich Mikulin (Александр Александрович Микулин), Sergej Konstantinovič Tumanskij (Сергей Константинович Туманский), e B.S. Stechkin.

Al contrario dei precedenti, sviluppo dei motori requisiti ai tedeschi alla fine della seconda guerra mondiale o concessi dai britannici come viatico di buoni rapporti, l'RD-9, sviluppo del precedente Mikulin AM-5, è stato il primo turbogetto di concezione interamente sovietica. Il motore, dotato di compressore assiale, era stato inizialmente concepito senza postbruciatore, e nella versione definitiva del prototipo provata in volo nel 1953 era accreditato di 5 732 lbf di spinta.

Quando Tumanskij rilevò Mikulin alla direzione dell'OKB nel 1956 il propulsore venne definitivamente denominato RD-9.

Pur essendo stato concepito per uso militare, negli anni 1958 e 1959 la versione RD-9B venne utilizzata per motorizzare un prototipo del Baade 152, primo aereo di linea a getto realizzato in Germania (l'allora Germania Est), progetto ambizioso che non vide però l'avvio alla produzione di serie.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

  • RD-9A e RD-9AK, versioni senza postbruciatore destinate a motorizzare gli Yakovlev Yak-25 e Yak-26.
  • RD-9AF-300 e RD-9AF2-300, versioni dotate di postbruciatore destinate agli Yakovlev Yak-27 e Yak-28.
  • RD-9B, versione dotata di postbruciatore e destinata alle versioni iniziali del MiG-19
  • RD-9BF-811, evoluzione della precedente versione e destinata alle ultime versioni dei MiG-19

Velivoli utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

URSS URSS

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Bill Guston, The Osprey Encyclopedia of Russian Aircraft: 1875-1995, ISBN 1-85532-405-9.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]